Carne fresca

Vi ho già raccontato della mia attività di volontariato presso un’associazione di disabili (vedi: Una bella solidarietà), e dei miei gesti di solidarietà per due ragazzi. In questa associazione ci sono anche due giovanissime volontarie, Giorgia e Laura, entrambe avranno circa 20-23 anni, molto carine anche se non bellissime, simpatiche e con uno spirito incredibile, tipico della loro generazione.

Ci siamo trovati subito in sintonia, nonostante avessi il doppio della loro età, e in associazione lavoriamo spesso insieme con i ragazzi disabili, con entusiasmo e tante risate. Con il tempo, ho notato che le due ragazze avevano iniziato a guardarmi in modo molto accattivante, quasi malizioso. Ho saputo che hanno parlato con Chiara, la disabile con la quale sono molto amiche e in profonda intimità, che gli avrà certamente parlato dei nostri ripetuti e intensi rapporti sessuali!
Non mi è sfuggito che le fanciulle, subito dopo la confessione di Chiara, hanno iniziato spesso e volentieri a farmi battute personali molto “hard”, con domande sessuali esplicite verso i rapporti con mia moglie, verso la mia esperienza da 50enne maturo e navigato con le donne…e subito dopo il loro sguardo va al mio pacco, che ovviamente si gonfia a vista d’occhio! Le ragazzine curiose…

Laura è una moretta pugliese, occhiali e capelli lunghi scuri mentre Giorgia è abruzzese, biondina dai capelli medi, occhi chiari, sono entrambi molto magre, poco seno ma con un bel fisico da sportive, e studiano all’università di Genova.

Un pomeriggio, dopo il turno nell’associazione, le ragazze mi chiedono se voglio andare con loro in discoteca una sera, per svagarsi un po’ e considerato che a Genova conoscono poca gente. Accetto volentieri… Aspetto che mia moglie vada un w-e dai genitori a Lavagna e ci diamo appuntamento sabato sera davanti al Kaoba, una disco latino al porto.

La serata è movimentata, la discoteca piena all’inverosimile, c’è odore di canna ovunque, la musica è trascinante. Dopo la prima consumazione, offro io altri giri di cocktail alle fanciulle, siamo tutti e tre su di giri, Giorgia è la più scatenata e non smette di strusciarsi addosso a me e vorrebbe che anche Laura si lasciasse andare, che è più timidina. La loro giovanissima età un po’ mi blocca, ma sono arrapatissimo…hanno la minigonna, calze nere, scarpe con i tacchi, magliettine aderenti che mettono in risalto i giovani seni sodi e appuntiti, un filo di trucco fa risaltare i freschi lineamenti…e si muovono come serpentelle al ritmo della musica afro-latina! Credo che il mio sguardo tradisca il mio arrapamento, le due troiette non perdono occasione per toccarsi e toccarmi, con il chiaro intento di provocare una mia reazione…io non lesino carezze e strusciamenti…il mio pacco ormai enorme le sfiora di continuo.

Dopo l’ennesimo spritz siamo tutti e tre ubriachi, balliamo in modo forsennato e scoordinato, le due fanciulle ridono e scherzano ormai senza freni…

All’improvviso, Giorgio mi prende per la mano e insieme a Laura mi trascinano nei bagni delle donne più nascosti del locale, dove alcune ragazze di rifanno il trucco, altre sniffano o prendono varie sostanze, in qualche bagno si sentono vari mugolii…Giorgia mi spinge dentro una toilette, fa entrare Laura, mi mettono spalle alla tazza e entrambe si inginocchiano davanti a me, ridendo come matte ubriache “dai Andrea, stasera ti facciamo divertire come avevi 20 anni…siamo sicure che apprezzerai anche le nostre doti, paparino, oltre a quelle di Chiara che ti sei scopato nonostante stia su una sedia a rotelle…aspetta e vedrai che brave siamo anche noi!” rimango un po’ stupito da tante sfrontatezza, ma Giorgia mi apre i pantaloni, rovista dentro e mi tira fuori il mio bel cazzone, già duro, mi guarda negli occhi sorridendo e inizia a masturbarmi velocemente, stringendo il mio pisellone tra le sue giovani manine da studentessa fuori sede arrapata…Il membro si indurisce e gonfia a dismisura, Giorgia poi spalanca la bocca e se lo infila dentro, iniziando un fantastico pompino…la bambina è brava ma ancora inesperta, succhia il cazzo come un lecca-lecca, facendo molto rumore…lecca la cappella, lo risucchia fino a metà, lo masturba e nel frattempo Laura è inginocchiata vicino a lei e la guarda quasi ammirata e rossa in viso…poi Giorgia la fa avvicinare e gli porge il cazzo, Laura esita ma l’amica gli spinge la testa verso la cappella e lei me lo ingoia tutto e inizia a spompinarlo tenendolo per una mano…Laura è ancora più inesperta, ma ci mette buona volontà e succhia e lecca il mio uccellone con vero vigore giovanile! Sono eccitato come un vecchio orco,mi calo i pantaloni e le mutande per farmelo prendere meglio…avere due ragazzine di 20 anni che ti fanno un pompino insieme nel cesso di una discoteca non è da tutti i giorni! Laura continua a succhiarmelo, spinta anche da Giorgia, che mi carezza i miei grossi coglioni sorridendomi come un angioletto “allora paparino, ti piace quello che stiamo facendo…? Siamo più brave e eccitanti di tua moglie? Che dici, siamo promosse?” io ricambio il sorriso e gli dico “amichette mie, siete due troiette fantastiche….mi state facendo impazzire…farete una grande carriera da puttane!! Dai…succhiate, succhiate bene che vi sborro in faccia…vedrete che fontana il vostro paparino!Siete bravissime…” anche Laura mi sorride con il cazzo in bocca, che poi ripassa a Giorgia che si diverte a masturbarmi, succhiarlo e leccarmi anche le palle…l’eccitazione è al massimo, l’alcool ci rende spregiudicati e senza freni, Giorgia riporge il cazzo a Laura che riprende a succhiarlo come una bambina golosa. Io non resisto oltre, prendo per i capelli le due teste delle ragazzine e le spingo sulla cappella “dai dai dai ragazze, paparino sta per venire…su leccate, leccate, che vi sborro in bocca…sentirete che buono lo sperma di un 50enne…bello caldo e maturo…” le due giovani si accaniscono sul cazzo, come due cagnette sull’osso, se lo litigano per succhiarlo e masturbarlo…alla fine mi lascio andare a una spruzzata di sperma senza precedenti…mugugno e una serie di schizzi di sborra gli inonda a entrambe i loro dolci visini…Laura si spaventa un po’ e cerca di evitarla, Giorgia invece rimane a bocca aperta davanti alla cappella come un passerotto per prendersi la sua parte…sono dolcissime! Hanno entrambe la faccia rigata dalla sborra, la bocca piena…Giorgia continua a segarmi, il mio cazzo rimane duro all’inverosimile nonostante l’orgasmo…le alzo e le bacio in bocca, sul collo, ovunque…leccandomi il mio sperma.

Ancora eccitato, mi siedo sulla tazza, prendo prima Giorgia, me la metto di forza sulle ginocchia sussurrandogli “ora paparino vi scopa entrambe, così godrete anche voi…vedrete che bella una scopata con un esperto 50enne invece che con una minchiettadi vostro coetaneo…” e gli infilo la mano sotto la minigonna, raggiungendo subito la fichetta dietro le mutandine. Giorgia ha la micetta in fiamme, bollente e bagnatissima…è proprio una troietta! Gliela massaggio, poi le scosto gli slip e la faccio sedere sul cazzo, dirigendogli la cappella dentro la fica…Giorgia si lascia andare di peso, impalandosi sul mio uccello, gli entro dentro di schianto, per tutta la lunghezza del cazzo…sono senza fiato…ha una fica strettissima…morbida, calda, umidissima…Giorgia mi guarda con gli occhi sgranati, è senza fiato, forse non ha mai preso un uccello così grosso, da adulto…subito inizia a muoversi col bacino, l’istinto è da troia…si gode il cazzo a meraviglia, se lo fa girare dentro la micetta, mi abbraccia e mi bacia con passione, io sento il turgore del cazzo crescere e riempirla tutta…Laura ci guarda esterrefatta, curiosa come una bimba, allora prendo una mano di Giorgia e la metto tra le cosce di Laura “dai, non farla annoiare, toccale la fica…carezzala…fai godere anche lei!” Giorgia la guarda divertita e incuriosita, Laura rimane impietrita addosso al divisorio del cesso…Giorgia infila la manina nelle mutandine dell’amica e inizia a strusciarla sulla micetta, Laura è eccitatissima…socchiude gli occhi e si gode il tocco dell’amica…Giorgia si muove sempre di più sul mio cazzone, geme come una puttanella e masturba l’amica con vera lascivia! E’ una scena incredibile, che ho sognato solo durante le mie ripetute seghe pensando a queste due zoccolette, sin da quando le ho conosciute. Giorgia geme sempre di più, muove ancora più velocemente il bacino, il suo ventre, le alzo la magliettina aderente e scopro che non ha il reggiseno, i suoi piccoli seni sono eccitati, glieli succhio avidamente, sanno di pulito e di virginale…di ragazza. Laura si gode il massaggio sempre più disordinato e veloce dell’amichetta, ci guarda vogliosa…Giorgia lancia un urletto infantile, si spinge sul cazzo come una vacca in calore…la sua fica bolle, freme…sta godendo! Mi stringe al collo e si abbandona su di me, ruotandosi lentamente sul cazzo, ha avuto il suo orgasmo e se lo gode…ma io voglio scoparmi Laura adesso! Sollevo di peso Giorgia e l’appoggio al muro, prendo Laura per i fianchi, lei per un attimo trema, guarda quasi con terrore e ammirazione il mio uccello enorme e dritto sotto di se…la metto seduta sopra, le sposto le mutandine nere di pizzo entrandole anche a lei di botto dentro la fica…anche la sua è strettissima, caldissima, fresca carne da macello! Sono tutto dentro, Laura sgrana gli occhi verso di me…avvampa in viso…la penetro in tutta la lunghezza dell’uccello, quasi la sfondo…inizio subito a scoparla con foga, anche lei si avvinghia al mio collo, geme come una puttanella in calore…la alzo e l’abbasso dai fianchi godendo come un porco, il cazzo mi sembra esplodere, le mormoro all’orecchio “volevate il cazzo di un adulto eehh…ora godetevelo, troiette…vi sfondo la fica…” e continuo a scoparla senza pietà. Giorgia è appoggiata al divisorio, ci guarda vogliosa e sorridente, si carezza lentamente la micetta da sotto le mutandine, come se fosse dolorante dalla mia penetrazione. Io sono eccitatissimo, non resisto a lungo…sollevo anche a Laura la magliettina nera con dei cuoricini di strass, anche lei è senza reggiseno…le lecco i capezzoli piccoli e appuntiti, i seni sono sodi, dolci…lei geme ancora di più, si gira sul cazzo vogliosa…hanno entrambe dei fianchi stretti, il culetto piccolo e sodo…il mio uccello gli riempie la pancia…sto per venire! Guardo Laura negli occhi “tesoro, paparino ti sta per sborrare dentro la pancia…prendi la pillola o vengo fuori?… ” la ragazza neanche mi risponde, mi guarda stordita dal piacere, io sto per eiacularle dentro, ma Giorgia sussurra “no paparino, non prendiamo la pillola, meglio di no…” ma un attimo dopo mi travolge l’orgasmo “eccomi, eccomi…sborro piccola mia, ti sborro dentro….” La prima schizzata finisce dentro la fichetta, poi sollevo di scatto Laura continuando a schizzarle addosso ma Giorgia si avventa sul mio cazzo abbassandosi e lo afferra masturbandomi, da vera professionista del sesso, e mi finisce di farmi sborrare sul suo piccolo seno. Lentamente, finisce l’orgasmo, Giorgia me lo carezza dolcemente, poi insieme a Laura se lo passano in bocca per pulirlo…è impressionate queste due troiette le qualità che hanno!

Sono sfinito, ma inebriato da questa esperienza…Giorgia e Laura si ricompongono, io mi rimetto il cazzo nei pantaloni, esco dal cesso e torno in sala, non prima di aver baciato entrambe, lasciandole in bagno per sistemarsi il trucco. La serata continua tra altri toccamenti lascivi e ammiccamenti…beviamo ancora e ci divertiamo come matti, poi verso le 4 le accompagno alla Casa dello Studente, in C.so Gastaldi.

A casa, casco nel letto distrutto, ho pur sempre 50 anni, anche se splendidamente portati! Mi addormento subito, ma non prima di essermi sparato una ricca sega sotto le lenzuola, ripensando alla splendida serata con due ventenni assetate di sesso…carne fresca per il mio cazzo!

[Voti: 4    Media Voto: 4/5]
error: Content is protected !!