Il massaggio

Questestate ero in vacanza al mare, in Liguria, con la mia compagna del momento, lei doveva andare a farsi la cetetta per essere perfetta per la prova costume: visto che voleva che la accompagnassi, io sarei dovuto stare ad aspettarla 1 ora fuori dal centro estetico; la cosa non mi ispirava per nulla, era una bella giornata di sole, la prima giornata di vera vacanza, e io volevo andare al mare, allora ho cominciato a mugugnare, al che lei, per zittirmi, mi ha sorpreso dicendomi: che palle che sei, sei ancora cosi teso, non lo senti che siamo in vacanza? Perche non ti fai fare un massaggio qui che ti rilassi un po, mentre mi aspetti?

Il centro benessere era prettamente femminile e mi hanno eccezionalmente accettato per fare un favore a lei, una cliente, in quanto di solito non sono previsti massaggi a uomini, e qui viene il bello: visto che non sono attrezzati per clientela maschile, le sole mutandine di carta che avevano erano quelle x donne…
Quando me le hanno date, non sapevo cosa fare: era un microslip femminile senza spazio addizionale per il membro maschile, totalmente piatto, fine e stretto come un classico perizoma femminile.

Ho guardato quel piccolo triangolino di carta semitrasparente come un oggetto alieno, che quasi cozzava contro il mio orgoglio maschile, poi ho provato a indossarlo, ma ho avuto conferma che decisamente non e adatto per la configurazione anatomica di un uomo: non ce la fa a contenerlo, neanche con il massimo impegno, comunque lo girassi e lo forzassi. Cosi mi sono ritrovato con il pisello in diagonale che usciva per un buon terzo, e tutta la parte finale, cappella compresa, che disperatamente cercava di nascondersi, senza successo, sotto lelastico: un’immagine abbastanza surreale, l’elastico tagliava in 2 l’asta, senza coprire nulla… ovviamente per peggiorare la cosa, quella situazione iniziava ad eccirarmi, e il mio pisello, pur non essendo duro, era comunque barzotto, e non cera verso di farlo tornare a piu gestibili dimensioni… comunque questo era quello che passava il convento, quindi me lo sono messo, mi sono sdraiato a pancia in giu, mi sono coperto il fondoschiena con il telo che era sul lettino, e ho aspettato la massaggiatrice.

Entrando nel centro estetitco avevo visto in sala 2 ragazze, una molto giovane, abbastanza carina ma soprattutto con lespressione da cerbiattino ingenuo, ed unaltra decisamente piu esperta e matura, bella ma grande. Con mia soddisfazione e entrata nella saletta massaggi la ragazzina, in camice bianco, carnagione chiara, capelli castani lunghi con la frangetta sulla fronte, un po rotondetta ma nellinsieme sicuramente piacevole, che gia dai primi movimenti e dalla voce timida, mi ha confermato che era piuttosto imbarazzata allidea di massaggiare un uomo: probabilmente non avrebbe neanche voluto, e comunque che non era per questo tipo di clienti che era li al centro benessere.

La prima parte del massaggio, collo, spalle e schiena, e stato piacevole e molto tranquillo, anche se io aspettavo solo che andasse a continuare il suo lavoro nella parte inferiore del mio corpo, e ho dovuto fare violenza su me stesso per non far andare in tiro completamente il mio pisello. Pero laspettare quel momento, il forte odore di incenso e olio aromatizzato, la voce ed i movimenti imbarazzati della ragazza, mi avevano decisamente eccitato, tanto che la mia pelle era esageratamente sensibile a quel tocco, che se normalmente e un semplice massaggio rilassante, in quel caso era diventato un eccitante sfioramento di pelle di una ragazzina imbarazzata su uno sconosciuto praticamente nudo

Il primo momento di vera eccitazione, (chi ha gia letto delle mie esperienze passate sa che sono un po’ esibizionitsta) e stato quando per iniziare a massaggiarmi le cosce ed i glutei, ha spostato il piccolo telo che mi copriva le parti piu intime, e ho avuto netta la sensazione che alla vista si sia bloccata per alcuni secondi che a me (e credo anche a lei) sono sembrati ore. Non si muoveva, era tutto fermo e cera un silenzio irreale, non sapeva cosa fare, come comportarsi, poi credo che nella sua testa sia scattato qualcosa, del tipo ok, e un cliente, e devo fare il mio lavoro, e ha cominciato un fantastico e delicatissimo massaggio alle mie cosce ed ai miei glutei.

Avevo appositamente messo il mio sesso che in posizione tattica, verso il basso, con la cappella che puntava i miei piedi e quindi totalmente visibile in tutta la sua interezza e lunghezza tra le mie gambe. Non poteva non vedere, non poteva non vedere che il mio sesso era libero, per lei, e soprattutto non poteva non osservare che ogni volta che le sue mani arrivavano alla parte piu alta dellinterno cosce, quasi a sfiorarlo, il mio sesso reagiva con un movimento o una contrazione.
Allinizio mi e sembrato cercasse di stare a distanza di sicurezza dal mio membro semieretto, poi pero ho notato che, forse eccitata o comunque divertita dalla reazione del mio sesso, i suoi massaggi esitavano piu spesso nelle zone piu sensibili, senza mai toccarmi il sesso, pero con la mano che passava, ne sono sicuro anche se non potevo vedere, a pochi millimetri dalla mia eccitazione. Questa splendida sensazione si e protratta per oltre 40 minuti, e verso la fine, accuratamente per errore, le punte delle sue dita hanno toccato il mio sesso, appena uno sfioramento, mentre massaggiava linterno coscia, ma ripetuto: il mio sesso, che non potevo vedere, era durissimo, e sentivo gli occhi ancora piu delle mani della mia giovane massaggiatrice scrutarmi e studiarmi, giocando con me, e scoprendo come un leggero contatto provochi in un uomo una tale e cosi palese reazione di eccitazione.

Sono sicuro che anche a lei piacesse ed eccitasse quella situazione, sia per il tempo che ha dedicato a quella parte del mio corpo, sia perche non ha mai provato a coprirlo con lasciugamano, cosa che avrebbe potuto tranquillamente fare: era bella, giovane, e curiosa, e questo mi eccitava da morire!

Quindi mi ha chiesto di girarmi, e li ho azzardato, e le ho chiesto se era possibile continuare il massaggio senza asciugamano, in quanto mi dava un po fastidio, e lei ha annuito con gli occhi bassi e le guance rosse: era troppo timida per dire di no o semplicemente le piaceva tutto questo? Comunque non mi sono fatto sfuggire loccasione: ho levato lasciugamano e glielho passato, e mi sono ritrovato con il … completamente duro ed il povero perizoma che copriva neanche la base dellasta! Era tutto perfetto!

E soprattutto potevo vedere finalmente i suoi occhi, le sue espressioni, ad osservarmi nudo ed eccitato, insolente e reattivo al suo tocco: potevo vedere quello che fino a quel momento avevo solo immaginato. Lei era sicuramente imbarazzata, non ha detto una parola durante tutto il massaggio, ma ha ricominciato a massaggiarmi, e adesso potevo osservarla: ha iniziato dal petto, per poi andare piu giu, sfiorandomi laddome, e ad ogni movimento suo corrispondeva una reazione del mio sesso: aveva il viso proprio sopra il mio sesso, avevo quasi limpressione volesse avvicinarsi ancora e ancora, allungare il collo o per lo meno sentire lodore della mia eccitazione ero cosi eccitato che qualche goccia di liquido e uscito dalla cappella, creando un filo ininterrotto e luccicante dalla testa del mio … allombelico, che si muoveva assieme alle contrazioni del mio membro e di tanto in tanto, una nuova goccia si vedeva spuntare rotonda sulla sua estremita mi ha fatto quasi venire quando ho visto che con un dito, massaggiandomi, e arrivata a toccare quel mio piccolo lago di eccitazione, passando con le dita nel sottile spazio tra il mio sesso teso e laddome: lha sfiorato, ha indugiato, si e bagnata le punte delle dita, senza mai guardarmi negli occhi, e poi ha ricominciato a massaggiare, mischiando lolio aromatico alla mia eccitazione.

Quindi si e spostata in fondo al lettino ed e passata allinterno cosce: si e allungata sulle mie gambe per massaggiarmi fino in alto, e di nuovo il mio sesso era a non piu di 40 centimetri dal suo viso: volevo venire, volevo sorprenderla, e sembrava che lei capisse benissimo le mie intenzioni, e mi ha massaggiato ancora sfiorandomi appena le palle, soffermandosi nella zona inguinale tutto attorno alla base dellasta, e li e non ho resistito: vederla col viso sul mio membro, che lo guardava e annusava, e vedeva le mie contrazioni di eccitazione, e stato troppo, ho sentito un calore immenso, il sesso che ha cominciato a contrarsi da solo, sempre di piu, senza piu alcun controllo da parte mia, e quando ha toccato di nuovo per sbaglio la base del … il mio sesso ha avuto una contrazione ancora piu forte, tirandosi su per un istante praticamente verticale, e sono venuto con un getto spropositato, che lha colta di sorpresa, colpendola con il primo fiotto sul ciuffo di capelli e qualche goccia anche sulla fronte lei ha avuto uno scatto indietro, spaventata, non se laspettava veramente, ma ha continuato il massaggio, e io ho continuato per secondi interminabili a venire, senza altri getti di sperma, ma con una sensazione continua, fortissima, costante, incredibile stavo impazzendo, stavo venendo senza toccarmi, ma avevo bisogno di scaricarmi fino alla fine, non ce la facevo piu con questa terribile e fantastica agonia, allora ho preso il mio membro durissimo in mano ed ho finalmente tirato indietro la pelle, scappucciandolo completamente, e li e partito un altro fiotto lungo e potente e poi un altro, e un altro ancora! Sono venuto non so per quanto tempo, sembrava uneterntita, e lei sempre con le mani sulle mie cosce, senza piu muoverle, ma inebetita a guardarmi, affascinata e sconcertata dalla violenza del mio orgasmo.

Quindi ha ripreso il controllo della situazione, mi ha guardato, ci siamo sorrisi con imbarazzo, e con lasciugamano a iniziato a pulire il mio corpo dallolio e dal mio sperma, sempre senza dire una parola. Dopo qualche minuto mi ha annunciato, con voce finalmente arzilla, che il massaggio era finito, e che potevo rivestirmi ed e uscita senza girarsi…

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]

Ora sei Offline, Navigazione Limitata

error: Content is protected !!