Milf cuckold
Milf cuckold
Etero

Scopata dopo il party

Dopo aver ballato tutta la notte, arriva la mattina, sono ancora davanti al muro di casse che spingono tekno.
Qualcuno arriva e mi appoggia una mano sul fianco, è Alice che mi dice all’orecchio se volessi andare a fumare con lei e la sua amica.
Accetto volentieri e iniziamo a camminare verso la loro macchina.
È un po’ distante dalla festa, quasi 10 minuti dopo arriviamo dove avevano parcheggiato, una stradina secondaria un po’ inoltrata nel bosco.
Li c’è già la sua amica che ci aspetta, mi presento.
“Piacere Caterina” risponde lei.
Mi siedo nei sedili posteriori e mi metto in mezzo.
Dopo qualche tiro Caterina mi chiede:” Sei tu quello che ha fatto divertire Alice questa notte?”
Rispondo che non si era divertita solo lei facendo un sorrisetto mentre ripensavo a quanto mi aveva fatto godere.
“Mi ha detto che sei messo bene di dimensioni, sono troppo curiosa fammelo vedere.”
Io le propongo uno scambio: “Te lo faccio mostro, ma devi farmi vedere qualcosa anche te.”
Senza dire altro lei alza la maglietta mettendo in mostra due seni sodi e abbastanza grandi.
“Ora tocca a te.” Dice lei.
Avanzo un po’ con il sedere e mi metto semisdraiato, mentre con la mano tiro fuori il cazzo ancora moscio.
“Così non si capisce se sei dotato o no” dice Alice intanto.
“Lo so ma per farlo diventare duro dovreste fare qualcosa” rispondo facendo un occhiolino.
Si scambiano uno sguardo tra loro e iniziano a baciarsi, alzano le maglie e si leccano i seni alternandosi.
Poco dopo si fermano e Caterina mi chiede:”cosa vuoi che facciamo?”
Rispondo che adoro i piedini, e di tutta risposta loro, prima abbassano i sedili anteriori, poi si tolgono scarpe e calzini e appoggiano i 4 piedini sul mio petto.
Inizio a baciarli, leccarli mentre loro riprendono a baciarsi.
Una mano afferra il mio pene, è quella di Caterina che inizia dei lenti movimenti su e giù.
Alice toglie i suoi piedi dal mio petto e va più giù fino ad arrivare ai testicoli e inizia a massaggiarli con un piede mentre l’ altro lo avvicina al viso della sua amica dicendo:” Anche a Cristina piacciono i miei piedini.”
Era così eccitante che il mio cazzo nel frattempo era diventato durissimo, tanto che Cristina smete di dedicarsi al piede di Alice, e inizia un pompino lento e di gusto.
Ci sapeva fare molto bene la lingua scivolava sulla cappella e giù fino alle palle per poi prenderlo tutto in bocca fino alla gola.
Alice si mette in ginocchio toglie pantaloncini e mutandine invitando la sua amica a fare lo stesso.
Poi si avviccinano di nuovo al mio cazzo e lo leccano entrambe alternando qualche bacio tra di loro.
Alice si mette a cavalcioni sul mio viso girata di spalle facendo capire che voleva essere leccata, mentre Caterina si mette sopra al mio cazzo e se lo infila dentro.
Dopo poco dico loro di scendere, perchè i movimenti risutavano scomodi.
Tolta la maglia, la appoggio sul tettuccio e prendo caterina e la faccio sedere sopra.
Lecco la sua vagina, mentre Alice si inginocchia e inizia a succhiarmelo.
Faccio alzare Alice e le dico che volevo scoparla mentre lei leccava Caterina.
Dopo pochissimo tempo Caterina viene e squirta sul viso di Alice.
Poco dopo anche Alice raggiunge l’orgasmo.
Sento che sto per esplodere anche io cosi dico loro dove volevano che sborrassi.
Alice si toglie e Cristina dice:” Vienimi dentro che io prendo la pillola”
Così la aiuto a scendere e stando in posizione eretta la prendo in braccio e le metto dentro il pene.
Pochi colpi sono bastati per farmi venire dentro quella figa calda e bagnata dallo squirt precedente.
Mi tolglo e Alice si inginocchia per pulire per bene la vagina della sua amica con la lingua fino all’ultima goccia.

Vota questo racconto

You may also like

Comments are closed.