Etero

Un seno magico

Sono in classe e fa caldo, la mia compagna di banco, Marta, indossa solo una magliettina aderentissima che le evidenzia il seno grosso e perfettamente modellato.

Non ce la faccio più a resistere e le avvolgo una tetta con la mano. Lei mi accenna un sorriso e continua a scrivere. Allora comincio a muovere la mano e a stringerla sul seno, poi scendo e la infilo sotto la maglietta, sulla pelle nuda e infine ancora sul seno.

È bellissimo e lei si avvicina e mi sussurra “Mi fai impazzire, continua!” Allora le esploro tutto il seno le tocco i capezzoli e l’accarezzo. Poco dopo sento la sua mano che spinge la mia verso i pantaloni.

Lei mi dice “Fammi godere di più!” Allora le infilo la mano nelle mutandine e spingo a fondo.

Lei ha un fremito di piacere e sulla sua faccia si legge il godimento che prova. Appena prima dell’orgasmo allunga la bocca verso di me e mi bacia appassionatamente per qualche secondo.

Infine esplode per il piacere con un mugolio e mi dice ora tocca a te. Così estrae il mio pene e inizia a farmi una sega che presto versa tutto il suo frutto sulla sua mano.

Milena allora si alza la maglietta fino al seno e se lo cosparge del mio sperma e alla fine si infila in bocca le dita e le pulisce per bene.

Purtroppo quel magnifico momento era finito. Però mi alzo ogni mattina nella speranza di riprendere con la mia mano quelle due spendide tettone.

Vota questo racconto

You may also like

Leave a reply