Mio cugino

Sono in ferie e ho un po di tempo per raccontarvi le nostre esperienze, abbiamo avuto diversi incontri con coppie, ma molte con singoli sconosciuti, ho fatto tante di quelle seghe che nemmeno immaginate. Oggi vi parlerò di quando avevo 15 anni, Silvio mi ha convinta a raccontarvi questa storia. Ero ragazzina, ma la malizia non mi mancava, come ho detto, ho un culetto a mandolino e il seno piccolo, ma nel complesso sono graziosa, quindi mi caputava sempre che anche ragazzi più grandi ci provassere, ma riuscivo sempre a tenerli alla larga, ma non mi cugino Sergio, che allora aveva 31 anni e viveva a Novi Ligure, spesso d’etate, veniva da noi con la moglie per le vacanze e si tratteneva qualche mesetto intero.

Mi guardava sempre con voglia, mi accorgevo che gli piacevo, mi mangiava con gli occhi, lui era carino, bruno, statura media e un fisico niente male, anche la moglie era molto carina, forse più di lui. Il fatto che gli piacevo, mi eccitava e spesso quando eravamo in casa, indossavo vestitini corti così da farmi guardare, ma non era mai successo niente. Un pomeriggio, la moglie era uscita con mi madre per delle spese credo e lui era rimasto solo a casa a riposare, io, di mattina, ero andata al mare con una nostra zia, quando mi ritirai, verso le 16, lo trovai solo che dormiva sul divano, non diedi peso alla cosa, andai in camera mia e mi spogliai per fare una doccia, appena in bagno, aprii l\\\’acqua e mi lavai con cura, avevo lasciato come sempre la porta socchiusa, quando mi accorsi, che Sergio, mi stava spiando, mi imbarazzai un poco, poi continuai come se non mi fossi accorta di niente, anzi, cominciai a lavarmi in modo più malizioso, dalla cabina della doccia, intravedevo la sagoma di lui, ma non lo distinguevo bene. Appena chiusi l’acqua, lo vidi uscire, mi asciugai e solo con l’accappatoio, mi diressi verso la mia camera, lasciando sempre la porta un poco aperta, dallo specchi dell’armadio, lo vidi affacciarsi appena, coontinuai e all’improvviso, mi girai velocemente così da prenderlo sul fatto. Lui rimase di sasso, io feci finta di infastidirmi, ma poi per non offenderlo, cominciai a ridere, lui si giustificò dicendo che non sapeva che io stessi dentro, ma poi si mise anche lui a ridere, gli dissi che era inutile che ytentava di giustificarsi, lo vedevo che mi guardava con occhio malizioso, dopo poco ammise e si avvicinò. Devo dire che fino ad allora, avevo avuto piccole esperienze con i maschi, una sola volta riuscì a sfiorare il cazzo di una amico, ma per il resto non avevo fdatto nulla, quindi non riuscivo a comprendere quello che stava per succedermi, lui cominciò a dirmi che ero bella, che ero già donna, mi chiese se poteva accarezzarmi, gli dissi di si convinta che sarei stata capace di fermarlo quando volevo, ma non fu così, mi accarezzò con dolcezza la schiena e poi le gambe, poi salì verso la mia fighetta e prese a masturbarmi con gentilezza, mi fece raggiungere l\\\’orgasmo, mi baciò l\\\’inguine e per qualche minuto mi leccò la figa piena di umori, non mi era mai capitato, ma era davvero bello. Ad un certo punto si alzò, dicendomi che non voleva avere un rapporto con me perchè ero vergine epiccola, ma mi chiese di dargli piacere, non capivo, così si abbassò i pantaloni e tirò fuori il suo cazzo, che era davvero bello, era molto doppio, me lo fece prendere in mano, mi insegnò a masturbarlo e poi mi chiese di prenderlo i bocca, non avevo mai fatto una cosa simile, ma lui mi convinse e dopo poco, mi ritovai con la bocca piena di cazzo, aveva la cappella grande, mi spiegò che dovevo usare la lingua, comnciai a prendere gusto e continuai a leccarlo, mi pregò di baciare e massaggiare le palle, aveva un cazzo veramente duro, me lo strofinò sul seno, sul viso, sul collo, mi fece girare, e me lopassò vicino al culo, ebbi un sussulto, quando lo passò vicino alla figa, si sfregò un po e io venni di nuovo, poi mi fece inginocchiare e mi chiese di succhiare con dolcezza, alla fine, senza dirmi niente, mi sborrò sul viso e sulle labbra, la cosa mi infastidì, ma col tempo, imparai a berla tutta, perchè da quel giorno, non ho mai più smesso di spompinarlo, ancora oggi, quando viene lo faccio, ma non abbiamo mai avuto un rapporto completo, non mi ha mai penetrata, ne io lo desidero, mi piace fargli solo i pompini, poi da quando lo sa Silvio, la cosa è più eccitante. MIo cugino, non scende da 2 anni, ma appena viene, gli prosciugerò le palle.

[Total: 0    Average: 0/5]

Ora sei Offline, Navigazione Limitata