Al vostro servizio

Dopo l’esperienza riuscita dell’inserzione alla ricerca di una coppia, (vedi il racconto una birra in tre), ho ripetuto l’annuncio offrendomi a tutti e due i componenti di una coppia per consentire loro di giocare come meglio volessero.
Passano i giorni e un bel di ricevo una telefonata da un uomo, daniele, che dice di essere interessato ad un incontro, principalmente su richiesta della sua compagna. La cosa mi rende felice perchè la donna è quasi sempre trascinata dall’uomo in queste esperienze. Daniele insiste per passarmi al telefono la compagna, elena che, con voce molto sicura, che lascia però trasparire una punta di eccitazione, mi chiede quali sono le mie esperienze sessuali con coppie, e dopo avermi ascoltato mi chiede se può propormi il suo desiderio. Naturalmente acconsento e lei mi racconta che il suo sogno è quello di vedere Daniele alle prese con un uomo.
Allora io rispondo che se ci piaciamo tutti e tre, la cosa si può tranquillamente fare. A questo punto fissiamo un incontro per una sera in un bar vicino a Legnano.

La sera dell’incontro posteggio nel parcheggio come indicatomi e mi guardo intorno alla ricerca dell’auto di Daniele. So che il momento è molto importante perchè immagino che la coppia sia già li a scrutarmi di nascosto per decidere subito se farmi un bidone. Ma così non è. Infatti poco dopo vengo avvicinato da Daniele, trentottenne, ben curato, abbastanza massiccio, che mi invita a prendere un caffè, mentre mi fara conoscere elena.
Ci avviciniamo ad un tavolino dove lei è seduta, molto fine, mora con degli occhi scuri molto belli, collo lungo, fasciato da un dolcevita, belle gambe e molto aperta.
Ci scambiamo subito un’occhiata per decidere se potremo fare sesso insieme, e decidiamo che si fa. Vicino c’è un motel che ci accoglie dopo pochi minuti, e mentre Daniele si chiude in bagno, Elena si siede sul letto e chiedendomi se sono a mio agio, si sfila con eleganza il dolcevita, mostrandomi un body di pizzo nero che inguaina un seno abbondante, forse una quarta, una pelle molto chiara, trasparente ed un bel fisico. Poco dopo, giunge Daniele che già in slip mi invita a sdraiarmi con loro sul letto, e mentre si baciano in un preliminare molto attraente, io inizio ad accarezzare quella pelle così fine. il seno di lei fa già capolino dal body mentre le mani di lui vi si aggrappano con avidità. Lei con sapienza estrae il membro di Daniele dagli slip, mostrandolo in tutta la sua possenza, molto svettante e con una cospicua circonferenza. Lei inizia subito a titillarlo con la lingua bollente, che sapientemente lo stuzzica per poi farlo sparire interamente nella bocca, in uno splendido pompino.

Poco dopo quando i gemiti di lui aumentano, lei gli monta sopra iniziando a farselo entrare prima piano piano poi con più energia. Allora decido di iniziare a partecipare e mi metto dietro di lei, nudo con il mio membro ben eretto e mi dedico a leccare le grandi labbra di elena mentre il membro di Daniele la penetra. Il risultato di questa manovra è stato che elena ha iniziato subito a gemere in un modo fantastico, mentre la mia bocca accompagnava i suoi movimenti, leccando un poco lei e un poco lui. Neanche due minuti e raggiunge un orgasmo esplosivo che la fa urlare coinvolgendo anche Daniele che la riempie di sperma che lentamente cola anche sulla mia bocca. é stato allora che elena , dopo aver detto di avere provato l’orgasmo più potente di sempre, dice che è giunto il momento di realizzare il suo sogno e invita daniele a prendermi. Io passo all’attacco e in men che non si dica riesco a fare drizzare l’uccello appena fiaccato, con un pompino che nulla ha da invidiare a quello di elena, che nel frattempo si dedica al mio membro, con una lenta e lieve masturbazione manuale. Raggiunta la giusta consistenza,avvicino il membro di daniele al mio culetto e lo invito ad entrare; lui inizia con una spinta delicata ma continua e sento la sua cappella vincere la resistenza del mio buchetto, poi passa a spinte profonde sempre più forti, che mi fanno vacillare. Sento tutto il suo cazzone che entra dentro di me stimolandomi in profondità, facendomi raggiungere un orgasmo prostatico stupendo, che contribuisce a lubrificarmi così da accoglierlo ancora meglio. Ora le spinte si fanno martellanti e godo da vera troia, mentre elena si gode il fiotto del mio sperma che provvede a leccarsi dalle mani.
Daniele non raggiunge l’orgasmo dentro di me, ma decide che dopo che la moglie sarà riuscita a farmelo drizzare nuovamente, provvedremo a lei. Ella si cimenta allora in un superbo pompino che fa si che la mia asta si rizzi in un attimo, ma poi decide che non se la sente ancora di farsi fottere da due uomini insieme allora ci chiede di poterci fare una doppia sega e cosi facendo la riempiamo con un doppio getto caldo che le lambisce le guancie e le labbra facendola mugolare… peccato tanto spreco, ma così lei ha realizzato il suo sogno.

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]

Ora sei Offline, Navigazione Limitata

error: Content is protected !!