Calda giornata di mare

Che caldo fa oggi, siamo in spiaggia dalle 11:30 e abbiamo già bevuto quasi un litro d’acqua ghiacciata. Sono steso su questa comoda sdraio e non sento il tempo che passa, mi godo il sole senza scottarmi sulla sabbia, anche per questo, già da qualche anno veniamo sempre in questo lido, ha le sdraio comode, il servizio in spiaggia e poi è ben frequentato, il prezzo da pagare all’ingresso è alto e già da sé basta a fare un po’ di selezione….sì, questo è proprio il posto ideale per trascorrere una giornata in tranquillità, lontani dalla routine e dai problemi di ogni giorno, lontano dai bambini, i nostri oggi sono dai nonni e poi, qui, sono tutti baciati da Venere, la Dea della bellezza….sarà un caso, ma è proprio così….e mia moglie, Daniela, è la più bella di tutte, almeno ai miei occhi!

7 anni son quasi passati dal giorno in cui l’ho sposata e lei, contrariamente ad ogni legge di natura, è sempre più bella!
La guardo uscire dall’acqua e venirmi incontro, sembra una pantera, ogni suo movimento sulla spiaggia esalta i suoi muscoli….non sono il solo a guardarla e lei lo sa, i suoi piccoli seni, sodi e alti, sembrano danzare ad ogni suo passo, pronti a sfidare ogni legge di gravità! Rivoli d’acqua le scivolano dai capelli fino ad arrivare ai capezzoli rosa per poi sgretolarsi in decine di goccioline….. strizza i lunghi capelli ricci e continua ad avanzare……mi godo lo spettacolo dei ragazzi che la seguono con lo sguardo girando il capo al suo passaggio, alla ricerca del suo sedere e poi ancora noto le loro smorfie quando lo trovano……il suo Culo! Grande, sodo, tonico, esplosivo, inguainato da un meraviglioso perizoma nero con i laccetti. Ah….quanto tempo ho dovuto aspettare prima di vederla così sulla spiaggia? Perizoma e topless, baciata dal sole e dal mare, tutta per i miei occhi…..e non solo!! Ma lei riesce a liberarsi della sua veste di madre e di figlia, con tutti i moralismi che ne conseguono, solo quando è lontana da casa e comunque certa della mia approvazione.

Mi raggiunge e si sdraia su di me….mi bagna, mi bacia infilandomi la lingua in bocca e mi sussurra:” E’ così? E’ questo lo spettacolo che volevi vedere? Mi guardano tutti!”. Mentre lo dice, accenna un sorriso compiaciuto che io non mi lascio sfuggire:”Sei sicura di non volerlo anche tu? Sei bellissima e sei anche abbastanza esibizionista, solo, non riesci ad ammetterlo!!”
Nel frattempo le mie mani sono scivolate sul suo culo, le dò una pacchetta invitandola ad alzarsi, ho già il cazzo che sembra voglia esplodere!!
“Dani, vado a sciacquarmi sotto la doccia, ne ho proprio bisogno, tu nel frattempo ordina qualcosa da mangiare!”. Mi allontano, il caldo torrido persiste e attorno a me ne vedo i segni, donne e uomini sdraiati al sole completamente cosparsi da olio abbronzante, gran parte delle ragazze usa la stessa misè di Daniela, microbikini privati del reggiseno……che spettacolo, sembra essere dentro a una puntata di Baywatch!!! Anche le assistenti alla spiaggia non sono da meno e come le famose bagnine, indossano dei costumi rossi insieme a dei berretti da baseball……alcune di loro sono davvero degne di nota….e poi, sorridono sempre!
Arrivo al piatto doccia, apro l’acqua: “brrr….che fredda”, una coppia di turisti condivide con me questa espressione, ci sorridiamo a vicenda, vado sotto, un getto di acqua ghiacciata mi colpisce, è piacevole e seda tutti i miei calori. Mi intrattengo ancora un po’ e volgo lo sguardo alla spiaggia a cercare mia moglie, la vedo, hanno portato della frutta….ha delle ciliegie in mano e, mentre le gusta, i nostri vicini di ombrellone, una bella coppia sui 35, le danno conversazione. Lei, una bella donna, finta bionda, abbronzantissima, un seno abbondante e sodo, porta un brasiliano bianco che riesco ad intravedere adesso che è in ginocchio sulla sdraio per parlare;
lui, un bell’uomo, capelli corti, anche lui abbronzato, non è muscoloso ma non ha pancia, il suo fisico è tonico e, lo noterò dopo, sotto lo slip sembra avere un cazzo enorme…parla e continua a guardare il sedere di Daniela mentre è sdraiata a pancia in giù sulla sua sdraio che si trova accanto alle loro. Li raggiungo. Me li presenta: “Ecco mio marito, Marco! Marco, ti presento Ivan e Silvana! Sono romani”.
Ed io:”Molto lieto! Anche voi vittime della bellezza della Sicilia e del suo sole? Sono appena stato a fare una doccia, non sopportavo più il caldo!”
Marco:”Eh si…..siamo innamorati di questi luoghi e di Taormina in particolare, cerchiamo di venirci ogni anno”
Silvana:”L’anno scorso non abbiamo potuto, i bambini hanno preferito restare ad Ostia per tutta l’estate, sai lì hanno tutti i compagni; quest’anno stavamo per fare la stessa cosa ma i miei genitori si sono offerti di tenerceli per una settimana e così ne abbiamo approfittato!”
Io:”Ah…se non ci fossero i nonni!!! E quando ripartite?”
Marco:”Partiamo domani, questa settimana è volata!”
La conversazione prosegue allegramente, sono molto simpatici e si vede lontano un miglio che hanno la classica voglia di divertirsi di chi è in vacanza. Sono persone educate e, lo capisco subito, di ceto medio-alto, nonché benestanti, lui porta un bellissimo Gmt Master II al polso e lei è curatissima e griffatissima. Tra una parola e l’altra, noto come lui guardi Dani, ma anche sua moglie lo fa ed io non riesco a frenare la mente che vola verso pensieri caldi e umidi, ma vengo destato dalla voce di Ivan:”Marco, allora….cosa fate stasera?” ed io:”Veramente stasera avremmo qualche problema, i miei non possono tenerci i bambini oltre le nove…..mmmm….mi dispiace…..però, se vi và, potremmo fare una passeggiata sul corso dopo la spiaggia! Noi lo avevamo già in programma!”
È Silvana a rispondermi:”Oh…si…dai, anche noi dovremmo andarci, ieri ho visto un paio di scarpe bellissime e stasera, mio marito, non potrà fare a meno di regalarmele!!!!”
Io:”Anche tu fissata con le scarpe??? Daniela ne ha tantissime ma a dire il vero piacciono tanto anche a me, ho sempre creduto che le scarpe siano fondamentali nell’abbigliamento di una donna, un vestitino semplice ed un bel paio di sandali possono renderla una irresistibile!”

Il pomeriggio passa in fretta e decidiamo di lasciare la spiaggia così ci avviamo tutti verso le docce; Daniela e Silvana vanno sotto l’acqua, che spettacolo!! Silvana, in piedi, è più bella di quanto pensassi, ha un fisico davvero armonico, avrà 35 anni ma porta un seno grosso e sodo ed un culo da favola e la sua pelle non è da meno….e poi, accanto, Daniela, conosco ogni centimetro del suo corpo ma ne subisco sempre il fascino!! L’uso del sapone è vietato e così cercano di strofinarsi con le mani, producendo dei movimenti sensualissimi. L’acqua gelida ha inturgidito i loro capezzoli e quando se ne accorgono, tutt’e due, all’unisono, coprono i seni con le mani con un pizzico di vergogna che viene subito superata con una simpatica risata. Io e Ivan ci guardiamo e con lo sguardo sembriamo dirci le stesse cose:”Ma quanto sono belle! Ma quanto sono zoccole!”
E’ il turno di noi maschietti andare sotto la doccia:”Brrrr…..che fredda……oggi pomeriggio, quando il sole era ancora alto, era piacevole, adesso è terrificante!!!!” è Daniela a sorprendermi con una battuta:”Si vede che è terrificante…..in voi uomini, quest’acqua fredda, produce un effetto contrario al nostro…..noi ci induriamo….voi invece………….!” Scoppia una gran risata e uno sguardo malizioso corre tra me e Ivan!!!
Ci lasciamo dandoci appuntamento sul Corso Umberto!
Ci rechiamo verso la macchina, Daniela è bellissima, adesso, sulla sua pelle, si vedono gli effetti di una giornata trascorsa sotto il sole cocente! Ha indossato un vestitino prendisole, con due sottili bretelle che cingono le sue spalle ed un minigonnellino sotto che ad ogni suo movimento lascia intravedere parte del sedere. Arriviamo all’auto, saliamo, infilo la chiave e accendo il motore ma, prima di partire, mi giro verso di lei, mi avvicino al suo orecchio sinistro e le sussurro:” Oggi eri bellissima, la più bella, guardarti è stato emozionante…..grazie!” contemporaneamente le infilo la mano tra le cosce, che si stringono immediatamente, ma con un po’ di irriverenza riesco a raggiungere la fica…..è umida, con due dita sposto il microslip e le infilo dentro….sussulta e cerca di spostare la mia mano, ma io afferro la sua e la porto sulla mia patta…..si lascia andare, abbassa la mia cerniera e mi accarezza, dal vivo…..ho il cazzo durissimo e una gran voglia di scopare….ma non è possibile, non è il luogo né il momento adatti. A malincuore avvio la macchina….scambiamo qualche parola, ma arriviamo in fretta al parcheggio. Dopo pochi minuti siamo sul luogo dell’appuntamento, sono le 19, qualche minuto ancora e Ivan e Silvana ci raggiungono.
Comincia la passeggiata. Ogni vetrina una sosta. Siamo davvero in sintonia, ci piacciono le stesse cose e abbiamo abitudini simili.

Nella confusione della strada, io e Ivan ci troviamo insieme a circa dieci metri dietro le nostre compagne che procedono a braccetto sculettando, insieme, nello stesso preciso istante, guardandole, sospiriamo e io dico: “Sono davvero belle” e Ivan:”Siamo due uomini fortunati!”. C’è un attimo di imbarazzo, vorrei dire dell’altro e forse anche lui, lo vedo, ma procediamo per il Corso!
Il tempo vola, sono già le otto e mezza e noi, a malincuore, dobbiamo rientrare.
Ci salutiamo calorosamente, scambiamo i nostri recapiti telefonici e i nostri indirizzi e-mail, ripromettendoci di tenerci in contatto e organizzare al più presto una vacanza insieme.
Il viaggio di ritorno è un po’ giù di tono, vuoi per la stanchezza vuoi per la tristezza di aver finalmente conosciuto una coppia che sembrava avere tutte le caratteristiche necessarie a diventare nostra amica e compagna di mille avventure e averli persi la sera stessa!

Io ho una gran voglia di scopare, prendo la mano di mia moglie e le chiedo di accarezzarmi….lo fa, mi si rizza immediatamente e mi chiede:”Ma quanta voglia hai? Ti sei eccitato parecchio oggi!” io annuisco e la prego di continuare a toccarmi ma purtroppo il tratto fino a casa è breve e ancora una volta devo desistere.
Una volta a casa le cose da fare sono davvero tante, sistemare tutta la roba, preparare i bambini per la notte, fare la doccia, etc…. la stanchezza si fa sentire e Daniela cede e mi dice:”Gioia, sono a pezzi, non ce la faccio davvero, ci rifaremo domani!” non faccio in tempo a rispondere che già dorme. Ed io, mormoro tra me e me:”Addio sogni di gloria!!! Pazienza, c’era da aspettarselo…..ci rifaremo domani!”
Mi sdraio sul letto…..fa caldo e io sono ancora eccitato…ma cerco posizione per riuscire ad addormentarmi….su un fianco, mi avvicino da dietro a lei e la stringo appoggiando il mio cazzo al suo sedere…..fa caldo sì ma questa posizione mi regala la serenità necessaria al mio sonno.

La notte procede, il bagliore della luna penetra dalle finestre dopo un po’ mi ritrovo in un sogno.
Sono al lido, dove eravamo oggi pomeriggio, ma non sulla spiaggia, mi trovo davanti alle porte dei camerini, forse ne sono appena uscito, tutt’attorno non c’è nessuno, di fronte a me uno spettacolo, sui grandi puff, posti davanti alla balconata che da sul mare, vedo Daniela, di spalle, nuda, addosso ha solo il perizoma slacciato da un lato e un paio di sandali color argento , le mani stringono la ringhiera davanti a lei, sta scopando!!!
Si muove sinuosamente, ad ogni colpo fa suo un cazzo enorme che gli scompare dentro la figa, la sento mugolare…..sono pervaso da un brivido di calore, provo una stranissima sensazione, mista tra eccitazione e gelosia…..ho il cazzo duro….mi avvicino, voglio vedere chi è l’uomo che la sta facendo godere…….non riesco a vederlo in viso, è come se non ce l’avesse…..è muscoloso, un cazzo davvero enorme e lei è bellissima, ma lui non ha un volto.

La raggiungo da dietro, le afferro i fianchi e accompagno i suoi movimenti, avvicino le mie labbra al suo orecchio e le dico:”Continua…..facci godere!”, lei, mentre continua a cavalcare, con la mano afferra il mio di cazzo e lo infila in bocca, me lo succhia con veemenza….wow, mi spinge con forza con le spalle alla ringhiera, proprio accanto all’uomo senza volto e si china per continuare a spompinarmi….sono perso nel piacere, ma ecco, nell’ombra arrivare un’altra figura…….
due tette da favola ed un perizoma bianco……la vedo bene adesso, anche in viso….ma si…..è Silvana! Ci raggiunge, si mette dietro Daniela e le stringe i seni, lei che non si era accorta di nulla, fa un sussulto, ma la lascia fare…..Silvana le stringe i capezzoli….Daniela è pervasa dal piacere……continua a muoversi con quel cazzo enorme dentro la figa; io mi alzo e con l’aiuto di Silvana prendo mia moglie da dietro, la posizione non è comoda, ma Daniela è molto disponibile in questo momento; adesso sono io ad afferrarle i seni….il ritmo dei colpi è incalzante;
Silvana, anche lei bramosa di piacere avvicina la sua figa alla mia mano….la penetro con le dita e allo stesso momento mi offre una tetta da succhiare. E’ bellissimo…..ma improvvisamente mi sveglio……sono tutto sudato, il cuore mi batte all’impazzata……Daniela è accanto a me, dorme……io ho ancora più voglia…….vado in bagno a pisciare……un po’ di acqua fredda……domani ci rifaremo!!!
Una nuova visione del sesso mi aspettava.

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]

Ora sei Offline, Navigazione Limitata

error: Content is protected !!