Doppia coppia

Io e Sara siamo sposati da cinque anni, cinque bellissimi anni; lei è molto bella e insieme formiamo, dicono, una bella coppia, affiatata nella vita e sessualmente molto attivi, amanti di buona musica e di bei libri, insomma… qualcuno ci invidia. Siamo sempre stati monogami e mai avremmo pensato di trovarci in questa avventura. Ora siamo al cinema e in mente mi scorrono le scene dell’inizio di tutto. Stavo cercando su un sito di annunci un treno di gomme antineve per la mia alfa quando Sara mi indica con la mano una voce del menù, quella degli annunci personali e allora un po’ ridendo siamo entrati e ci siamo catapultati nel mondo della richiesta e offerta di sesso: donne a pagamento, numeri carissimi camuffati da annunci, trans, gay, lesbiche, bisex e travestiti; insomma, ci siamo divertiti a scoprire questo mondo un po’ nascosto. Sara mi ha sorpreso quando ha iniziato a leggere l’annuncio, alquanto serio, di una coppia che cercava un’altra coppia per ‘allargare’ gli orizzonti e l’ho vista eccitarsi alquanto, il labbro sudato, i capezzoli induriti non davano adito a dubbi. La provocai con battute un po’ pesanti ma vedevo che era assorta, ma soprattutto mi dava corda. Facemmo l’amore in maniera molto selvaggia quella sera, non abbiamo inibizioni e i nostri corpi sono come violini accordati perfettamente, fu quindi una bella serata passionale, direi piuttosto animalesca.
Fu la settimana successiva che mi portò sul patio con una bottiglia di vino e dopo un paio di bicchieri, guardandomi negli occhi disse “ho provato a rispondere all’annuncio di quella coppia, sono molto curiosa, lo sai, e so che mi hanno risposto in mail. Però non l’ho ancora letta. che dici, andiamo ad aprirla?” Visto che il vino mi allenta di molto i freni inibitori siamo andati a leggere la fatidica mail: era molto cortese e chiara, si trattava di una coppia piacente della nostra età, e due foto esplicative confermavano il tutto. Avremmo potuto trovarci di fronte al cinema odeon per vederci, presentarci, e poi vedere un film insieme, giusto per valutare bene il passo da compiere. Non erano mercenari né avevano avuto esperienze simili; insomma, era una prima volta un po’ per tutti. L’appuntamento era per il giovedì, 48 ore dopo. Ridemmo, ci guardammo negli occhi e decidemmo di provare, al limite si sarebbe guardato un film e basta. Rispondemmo allegando una nostra foto con i visi un po’ nascosti e inviammo il tutto.
Ed eccoci al giovedì fatidico, mille dubbi ci hanno assalito sia ieri che oggi, sono state 48 ore lunghe e con molta ansia. Sara e io ci siamo preparati accuratamente e siamo andati finalmente all’Odeon. Ci siamo incontrati subito, stretta di mano e sigaretta prima di entrare. Andrea e Giada sono molto simpatici e alla mano, due persone veramente piacevoli, da subito ci siamo trovati tutti bene, nonostante un po’ di elettricità nell’aria. Ci siamo seduti in una fila un po’ arretrata Sara e Giada vicine a me a al mio fianco Andrea. Il film è decisamente un mattone e si presta alla chiacchiera leggera sottovoce. Ad un certo punto Andrea si avvicina a me e dice “Siete proprio ciò che cercavamo, se ti va sarà Giada a rompere il ghiaccio, siamo d’accordo, basta un mio segnale”. Acconsento e Andrea dà un colpetto alla spalla di Giada che subito posa una mano sulla gamba di Sara e inizia ad accarezzarla. Sono un po’ confuso, non mi aspettavo un approccio fra le donne ma l’idea mi sta stuzzicando molto, sono qui che sto guardando un’avance a mia moglie e mi sta piacendo un sacco. La mano ormai è alla coscia e vedo Sara che si sta eccitando parecchio, allarga pian piano le gambe a mo’ di invito e la mano di Giada sale, ormai è sparita sotto la mini di Sara ed è decisamente sul sesso di lei. Appena lo sfiora vedo Sarà che che ha un piccolo sussulto e chiude gli occhi. Il profilo è bellissimo è intenso mentre il profilo di Giada è molto erotico, concentrato e assolutamente erotico. Il cinema è quasi vuoto e i sedili alti offrono un raggio di azione decisamente ampio. Sara con un paio di manovre si sfila la mutandina, Giada la prende e se la passa sul viso, sognante, e la mia erezione è decisamente evidente. Il cazzo di Andrea è già fuori dei pantaloni e non mi resta che imitarlo, lo tiro fuori e ci guardiamo sorridendo, è dai tempi delle medie che non lo mostro come se nulla fosse a un maschietto e la cosa mi sorprende assai. Giada è scivolata sul pavimento e sta avvicinando il viso alle cosce di Sara, le sta baciando mentre due dita stanno massaggiando le grandi labbra di Sara. Ora con un movimento solo è arrivata con il viso al pube di lei e la lingua si sta aprendo un varco per arrivare al clitoride. Dall’espressione estasiata di Sara vedo che è decisamente brava la piccola Giada, la sta coccolando per farla impazzire fra poco. Andrea si gode lo spettacolo e mi sussurra “Mi ha detto di essere brava con una donna, ma non pensavo così tanto!”, “fra meno di un minuto la fa venire se continua così!” rispondo con gli occhi incollati al sesso di mia moglie. Solo ora mi accorgo che Sara ha tolto la scarpa e con il piede sta tranquillamente masturbando Giada che approva senza dubbio, anzi, mi sa che anche lei sta per godere, infatti il movimento del suo bacino, all’unisono con quello di mia moglie, sta aumentando costantemente il ritmo. E infatti eccole entrambe in un orgasmo molto composto, intimo e pubblico al contempo, ma assolutamente appagante. Noi siamo qui che ci stiamo accarezzando lentamente gli uccelli e loro due lì a godersela!!! E ora infatti tocca a noi! Giada vede il mio cazzo bello eretto , avvicina le labbra e subito sento il caldo umido della sua bocca che avvolge il glande e accoglie la cappella e buona parte della sua asta. Non è solo brava con le donne, anche con maschi sa esattamente dove e cosa fare. Mi giro e vedo mia moglie che sta pompando lentamente Andrea che, con gli occhi al soffitto se la gode tutta, da dove sia passata non lo so, però è eccitante guardarla mentre si occupa del cazzo di uno sconosciuto! Pensavo che la gelosia mi avrebbe roso, invece la lingua di giada sta allontanando tutto al di fuori del piacere. Adesso e sullo scroto e mi sta solleticando le palle: stupendo. E poi ancora giù, giù, fino alla congiunzione dell’ano per poi risalire e continuare a pompare. Sento che sto per venire, sento il calore che invade tutto il basso ventre fino all’apice… e lei continua fino alla fine, fino a quando tutto il mio seme le invade la bocca, poi mi sorride beata e insieme ci voltiamo per guardare Sara e Andrea, anche lui sta venendo direttamente in bocca a mia moglie! Sara e Giada si guardano, si baciano e le loro lingue stanno mischiando gli umori di tutti.
Il film è finito, siamo in macchina con il numero di Andrea e Giada per un prossimo incontro, Sara mi prende il mento, mi fa voltare verso lei, mi bacia e la sua bocca si apre per condividere tutto con me. Che strana sensazione. Nel buio interrotto dai lampioni infine mi dice; “vi siete scialati guardandoci, sappi che la prossima volta vogliamo scialarci noi donne…” Ormai non posso che stare al gioco e si vedrà

[Total: 0    Average: 0/5]

Ora sei Offline, Navigazione Limitata