Inside Me 👊🏻😈❤️

Legata. Inerme. Come lui mi vuole.
Come io desidero essere per lui.
Sono il suo oggetto, il suo giocattolo, il suo passatempo.
Le gambe sono divaricate e il mio busto sta comodo sul letto, braccia tese e polsi legati, come se volessi mai scappare dalle sue torture..
Oggi ha giurato che mi darà piacere, ha detto che mi sono meritata un bel premio, deduco che abbia in mente qualcosa di cui abbiamo tanto parlato. La ball gag riempie la mia bocca.
Tutto quello che posso vedere sono le bianche pareti di questa camera d’albergo e lui, rigorosamente nudo con quello sguardo perverso, di cui vado pazzamente matta. Tutto quello che posso sentire sta tra le mie mani, un lenzuolo di puro cotone anche esso bianco
Si avvicina e fremo, tremo, finchè non sento l’olio freddo dall’alto gocciolare tra le mie gambe.
Con una mano continua a far colare il liquido, mentre l’altra lo raccoglie mischiandolo a quello dei miei umori. Sento di essere fradicia.
Esclamò : “La tua figa gronda, forse non c’era bisogno di sprecare tutto questo lubrificante”.
Ne ero felice, mentre comincia ad inserire due dita nella mia figa. I miei gemiti si riempiono subito nella pallina.
Estrae, spinge, ruota.
La mia eccitazione non mi da modo di pensare ad altro che a quello che sta facendo. Continua e spinge a fondo sempre più a fondo, muovendo le dita dentro di me. Inserisce anche il terzo dito.
“ Sei la mia puttanella lo sai?”
Si lo so, ma non posso dirglielo, neanche se avessi le labbra libere riuscirei a dirglielo senza farmi come minimo una risata.
Quando cerca di far entrare il quarto dito comincio a capire cosa voglia fare. Mi irrigidisco un po’, improvvisamente mi sento tesa e nervosa. Lui si accorge di ciò. Estrae la mano, e si dirige verso la nostra valigetta dei giochi e torna. Lo osservo mentre indossa un guanto di lattice. Lo guardo eccitata e al tempo stesso un po’ spaventata. Quanto è maiale penso.
Ricomincia, ben presto mi sento piena, sono piena, sento quasi che le pareti della mia figa si stiano lacerando, sento il pollice scivolare sotto le altre dita.
Come un grosso plug, sento farsi strada dentro me.
“Oh finalmente, sussurrò”.
Tutte e cinque sono dentro di me, e nonostante sento che sto per scoppiare, voglio anche sentirmi piena di lui.
Spinge, ruota ancora, lavora la mia figa come fosse un vaso da imburrare. Mi tiene ferma con un braccio sul bacino e con l’altro spinge, spinge più che può, finché non mi sento scoppiare dentro.
“Sei una puttana, la mia puttana” dice baciandomi l’interno coscia e continuando a muoversi dentro di me.
“ Lo sai che lo sei vero? Vedessi la tua figa tutta aperta davanti a me, è tutta dentro , la senti vero? Tutta la mia mano dentro di te, dentro questo buco fatto solo per essere scopato.”
Tira fuori la mano di colpo e di colpo la spinge di nuovo dentro.
“ Te l’ho sfondata la figa, ti ci potrebbero entrare due cazzi insieme, li prenderesti volentieri due cazzi insieme troietta!”.
Non ero in grado di ragionare in quel momento, le sue parole mi eccitavano ancora di più.
La mano che mi teneva ferma il bacino non è più necessaria e finisce per giocare insieme all ‘altra ma sul mio clitoride. Sembra che non c’è fine a quello che la mia figa può contenere, eppure sono così piccolina che non si direbbe da quanto la mia figa è elastica.
Una mano resta sempre a navigare nella mia figa inondata di piacere mentre l’altra a mia sorpresa passa a salutare il mio culo.
Un dito entra senza porre resistenza e il secondo gli fa compagnia.
Le dita entrano e escono in sincronia dal mio corpo. Il mio piacere si versa sul lenzuolo candido del letto come fossi la più schifosa delle cagne e tutto questo non fa altro che eccitarmi ancor di più, perché so che lo sto compiacendo, perché so che sto servendo al suo scopo, perché so che vedermi cosi sottomessa e umiliata è il suo premio più grande e anche il mio.
“ Sei la mia lurida e schifosa cagna che gode sulle dita del suo padrone”
Ecco che alle sue parole , liberandomi dalla ball gag che ho risposto, e ora sfondami il culo e riempimi di sborra!.

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]

Ora sei Offline, Navigazione Limitata

error: Content is protected !!