Mio fratello

Ho un fratello di 5 anni più grande di me, molto dolce e premuroso verso i miei riguardi. Abbiamo condiviso sempre le nostre esperienze (sempre nei limiti) ed è stato lui a spiegarmi cosa vuol dire amare e rispettare il partner.

Posso dire che è stato quasi un padre per me, non nego che ci sono stati anche alti e bassi. Lui era fidanzato con una ragazza molto carina, bionda con capelli castano-chiaro, piccolina di statura e con grandi occhi celesti. Dentro di me ero quasi gelosa di lei infatti, sbagliando, se potevo facevo di tutto per metterla in imbarazzo. Non capivo questo sentimento che provavo se era perché lo volevo troppo bene oppure c’era dell’altro. Un giorno avevamo pranzato tutti a casa dei miei, nel primo pomeriggio avevo un appuntamento con un’amica perciò prima delle 15 ero già per strada.Dopo una chiacchierata ed un giro al centro con questa ragazza, ritornai a casa. Non ci stava nessuno, sicuramente i miei erano usciti e mio fratello come di consuetudine a quell’ora, di domenica doveva trovarsi a fare visita ai nonni di mia cognata. La mia camera si trova al primo piano proprio accanto a quella di mio fratello. Quasi alla fine dell’ultima rampa di scale sento dei sibili e man mano che mi avvicino vanno crescendo, provengono dalla camera di mio fratello.Il cuore inizia a battermi velocemente perché mi sentivo troppo imbarazzata da quella situazione, infatti volevo riscendere e andarmene. Dentro di me però prese il sopravvento la curiosità e la voglia di vedere mio fratello scopare.Mi avvicinai alla porta ma potevo solo udire che quella porca di mia cognata stava godendo per benino da come ansimava.Allora entrai in camera facendo attenzione a non far rumore, aprì la porta della veranda per mettermi dietro alla serranda di mio fratello visto che abbiamo il balcone in comune. Era leggermente aperta e mi misi a terra ad osservare la scena. davanti ai miei occhi vedevo mio fratello che stava prendendo a pecorina mia cognata, direi con molta violenza ma lei gli diceva di sbattere ancora più forte infatti la cosa mi fece stare quasi male ma volevo continuare a guardare. Mia cognata iniziò a cavalcarlo e subito dopo venne perché era palese da come aveva urlato infatti mio fratello la scopò per un altro poco. Ancora non avevo visto però il cazzo di lui ma non appena si staccò vidi il suo membro. Era un bel cazzo non lunghissimo tipo 19 cm e la cosa che notai è che ce l’aveva molto spesso.Lei iniziò a fargli una sega e lo fece venire.Ritornai di corsa in camera mia, il cuore sembrava quasi scoppiarmi, ero eccitata al massimo e anche impaurita.La notte non potevo dormire pensavo a quello che avevo visto e l’altra facciata di mio fratello.Iniziai a bagnarmi e inevitabilmente a sfiorarmi tutta la passera pensando a lui, iniziai a premere sempre più forte sul clitoride e facendo scivolare dita nel buchetto fino a farle entrare e venni immediatamente come una cagna.Da quella situazione passarono diversi mesi ma non potevo dimenticare quello che avevo visto e nel frattempo facevo di tutto per stuzzicare mio fratello, mi coricavo assieme, lo abbracciavo e alcune volte mi sfregavo ma lui era di pietra. Ho avuto anche rapporti in questi mesi ma io volevo solo lui!

Una sera lui era davanti al pc, pioveva a dirotto e perciò non era uscito con la sua ragazza, mi sedetti con lui. Si parlava del più e del meno quando gli iniziai a parlare di un programma televisivo molto noto in cui ci stava una famosissima ex pornodiva. Dicevo che era davvero una bella ragazza e lui confermava, mi domandò se avevo mai visto un suo film io ovviamente risposi di no, allora lui prese un file dal pc e mi fece vedere una scena di questa ragazza. Alla fine del filmato gli dissi che ci sapeva fare con gli uomini, lui sorridendo replicò: “si con gli uomini”. Mi mostrò degli altri filmati e sinceramente mi stavo un po eccitando perché la situazione che si stava creando mi piaceva. Gli domandai se con la sua tipa aveva visto mai un film porno e lui mi disse di si e mi fece intuire che dopo scopavano con più grinta. Io allora intrigata dalla cosa iniziai a sbottonarmi un pochetto in modo che si potevano intravedere un po di tette, il maglioncino e a “V” e non c’erano problemi. Lui mi disse come mai mi ero sbottonata e io molto sfacciatamente risposi che a vedere certe cose o ti riscaldi o ti riscaldi, mi prendeva quasi in giro dicendomi che ero sicuramente bagnata e io sempre più sfrontata gli dissi se voleva controllare. La sua risposta fu: Ma che scherzi?

Io gli dissi che sicuramente lui era più eccitato di me e puntualmente mi disse la stessa cosa: Vuoi controllare?

immediatamente gli misi la mano sul cazzo notando che era molto duro, tolsi la mano e gli dissi che forse lui era più eccitato di me.Diventò tutto rosso dalla vergogna allora presi la sua mano e me l’appoggia in mezzo alle cosce. Lui si avvicinò e iniziò a baciarmi in bocca, a palparmi tutto il seno, e tastarmi il culo. Mi staccai e gli presi a baciare il collo e stringere il suo cazzo dai pantaloni.La voglia di scopare mi avvolgeva ma avevo paura che qualcuno ci poteva vedere visto che il pc era in salone. Gli dissi di andare in camera mia a continuare. Appena entrati in camera e chiusa la porta lui messo da dietro mi afferrò la figa con la sua mano e iniziò a baciarmi tutto il collo, stavo godendo e credetemi sgocciolavo.
Mi spogliai rimanendo solamente con le mutandine bagnate. Ho un seno piccolino una seconda abbondante e perciò non floscio, lui si mise letteralmente la mia tetta dentro la bocca e si lavorò i capezzoli con la lingua che ormai erano turgidi. Ci sdraiammo a letto ed io gli abbassai pantaloni e slip e presi in bocca tutto il suo cazzo, la mia bocca era piena e lo gustai fino in fondo, scorrevo per tutta la sua lunghezza e con le mano toccavo le palle.Ci giocavo per benino, era arrapante spompinare mio fratello e farlo godere e poi volevo essere migliore di mia cognata.Gli chiesi di prendermi e non appena la sua cappella mi penetrò iniziai a fare un leggero grido ma molto piano perché i miei erano a letto.Il cazzo entrava ed usciva come niente per via dei miei umori che erano davvero abbondanti, mi sentivo una gran porca e dentro di me non sapevo se stavo sbagliando o meno ma l’unica cosa che era certa è che godevo da matti. Mi prese in diversi modi e io lo pregavo di sbattermelo dentro con forza, volevo essere la sua puttanella.Ero colma e volevo venire al più presto perciò mi asciugai un po la passera e mi misi sopra di lui a scoparmelo, le sue mani scivolavano dappertutto, mi stringeva le tette e le natiche con forza. Io aumentavo sempre più il ritmo e lui mi infilò il suo dito nel culo, mi facevano male anche quei pochi centimetri ma dopo un po mi piaceva sentire i miei buchetti tappati e iniziai a venire e a spingere sempre più forte.Ero esausta avevo il fiatone per l’intensità per come mi muovevo.Ma adesso dovevo far godere mio fratello, mi sfilai il cazzo e mi avvicinai per spompinarlo, tutto sulla cappella aveva un liquido bianco che gli colava, erano i miei umori.Mi disse di non farci caso e di succhiarglielo perchè era al limite. Il sapore sinceramente non era dei migliori, era molto amaro ma non ci pensai, ero intenta a farlo godere, quasi immediatamente mi venne in bocca e sentivo tutto quel liquido caldo schizzare nella mia bocca ma non lo inghiottì. Eravamo esausti infatti ci addormentammo abbracciati. Da quel giorno sono passati circa 5 anni, sia lui che io siamo sposati ma di tanto in tanto ci vediamo per scopare assieme e la cosa ci piace da matti..

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]
error: Content is protected !!