Nasty Gay Men
Nasty Gay Men
Gay e BisexPrime esperienze

Prima volta gay

Era fine maggio, un tempo stupendo, meraviglioso.
Io viaggio spesso sono Agente di commercio è avvolte rimango 2/ 3 giorni fuori casa.
In questo viaggio di affari le cose non erano andate niente male.
Erano le 16.30 ed ero seduto al tavolo di un bar in Sicilia guardavo la bella spiaggia, intanto guardavo anche gli operai di un cantiere che stavano transennando per poi finire la giornata.

Erano tre tutti decisamente interessanti, Paolo il più grande 45 anni fisico normale un po’ sul robusto con un po’ di pancetta, ma tutto sommato ben fatto, (capo cantiere). Gianni 33 anni un gran bel tipo muscoloso naturale castano scuro con qualche peletto riccio al petto, belle spalle, bel corpo con pantaloncini di jeans, un po’ anni 80, aderenti dove si intravedeva un gran bel pacco. Infine Franco uno splendido esemplare di maschio di 27 anni moro con gran bel corpo sodo ed un po’ villoso, petto ed addome da copertina.

Li osservavo mentre sistemavano per chiudere ilo loro cantiere … e sinceramente ero un po’ su di giri .. era bei tipi, mi avvicino alla rete di chiusura .. così per guardare ( e per guardarli meglio) loro intanto si spostarono verso il bar a farsi una birra io li vedevo e sinceramente immaginavo di farmi scopare da uno di loro, magari da Gianni il più figo dei tre i soliti pensieri di, quelli come me, che forse sognano troppo.

Conoscevo il barman, mi avvicino al bancone per fare qualche chiacchiera, cosi fortunatamente faccio conoscenza anche con loro.
Dopo un po’ci sediamo assieme al tavolo e tutti a quattro guardavamo il culo di una bella ragazza.

Cercavo di spingere il discorso sul sesso per vedere le loro reazioni … e magari il gonfiore di uno di quei bei “pacchi” e ci riuscì
Io intanto cercavo di intravedere i loro pacchi sperando in qualche palpata in qualche strusciata Gianni girando gli occhi vede che io ogni tanto sbirciavo i loro pacchi, fa una mezza smorfia … quasi a capire che io ero interessato a qualche altra cosa oltre alla chiacchierata.

Non sapevo che tipi erano è non volevo fare cazzate , perciò mi tranquillizzo. Intanto il più piccolo si stiracchiava ed ho intravisto una “proboscide”… scusate … la forma del suo cazzo duro sotto la tuta . mentre mormorava guardando la ragazza fuori al bar …“ minchia .. comu m i faria fai un beddu pumpinu di da troia.!!!”… Gianni mi guarda e mi rifà un’altra mezza smorfia più curiosa e sorridente.
Offrendomi mezza della sua birra e dandomi una pacca sulla spalla dice a i suoi amici …!! “Simpatico il nostro amico e di compagnia … se era una bella figa lo portavamo a casa…sapevamo come passare la serata he! He! he!…. Sorridendo strizza l’occhio agli altri e continua dicendo, e “Volete un ospite a cena?” .. rispondono “ cerco!” .. prendo il sopravvento al discorso e con la mia faccia da troia che mi ritrovo… dico .. non sono una bella figa ma sicuramente essendo un bravo cuoco posso farvi godere con una pasta ai frutti di mare!. Eh eh eh!
E battute dopo battute ridendo e sorridendo finiamo nel loro scarno appartamento in affitto ( ma non so perché mi sembrava la culla dell’amore)
Continuo con la mia faccia da buttana gli dico…. “ma scusate io vi cucino ma voi …avete un letto in più per dormire?” Risponde Gianni col suo solito strano ma eccitante sorriso da toro… “ si certo ma dovresti dormire con me nel lettone ….eh eh eh non so se ti conviene!??!”.
“Non ti preoccupare” rispondo “dormirò con le chiappe strette”…. comunque dopo tante battutine .. una bella cena e soprattutto discorsi piccanti riferiti a buttane .. pompini inculate etcetc arriviamo al caffè che il più grande preparava mentre io rassettavo quei pochi piatti.
Iil più piccolo mi fa i complimenti per la cena … Gianni passa vicino e mentre anche lui mi fa i complimenti mi da una pacca sul culo .. dicendo “sei stato bravo per la cena … vediamo cosa sai fare stanotte!!!…” e cosi ridiamo tutti alla battuta, devo dirvi che in quel momento mi sono sentito troia più che mai… e stato un momento particolare penso che c’erano in aria milioni di tonnellate di ormoni,. .. penso che già si erano parlati fra loro perché da un pò mi guardavano con strani occhi … forse era il buon vino che ci eravamo fatto a tavole (4 bottiglie).

Gianni mi da ospitalità in camera sua io sistemo le cose per dormire .. e poi vado a farmi il bagno .. intanto loro guardavano la TV
Paolo dice a Franco … metti una bella cassetta di “tigno” … significa da “sfottere” intanto mentre io mi lavavo entra in bagno Gianni .. io esco dalla doccia lui mi guarda sorride …mi fa segno del silenzio col dito indice al naso io lo vedo nel suo splendore di vero toro da monta solo in slip aderenti banchi , mi prende il viso con le sue mani grandi e ruvide , dolcemente mi abbassa sul suo pacco sui suoi eccitanti slip con il cazzo a mezza erezione … mi struscia … io eccitatissimo mi inginocchio e lo prendo in bocca, un cazzo favoloso un sapore particolare … era almeno 21 cm .. e ben messo di spessore.
Inizio a succhiare ..lo ingoio come so fare io e lui quasi stupefatto dalla mia voracità mi dice …. ” minchia cosi lo divori!”.. gli succhio i ciglioni e con le mani lo accarezzo sul petto … mi alzo lo abbraccio e gli succhio i capezzoli .. intanto lui mi palpa il culo insinuando un dito sul buchetto… continuo a succhiarlo finche un getto di sborra calda mi arriva fra bocca , gola e faccia … godo di quel momento … il cuori quasi mi scoppiava dalla gioia .. (intanto ero venuto senza toccarmi) mi ricompongo, lui anche,si pulisce ed esce, il faccio lo stesso.

In cucina Paolo e Franco guardavano il film porno io arrivo e mi siedo al tavolo vicino a tutti e due guardo un po’… era facile intuire le voglie degli altri due ma nessuno diceva niente dopo qualche secondo Franco esordisce dicendo…” Cazzo che pompa che fa quella tipa nel film, mi è venuto il cazzo duro come il marmo” intanto lo guardo ed aveva il cazzo in tiro sotto i suoi boxer aderenti , il suo corpo bruno e muscoloso era visibilmente in tiro ed un po’ sudato.
Paolo era intento a guardare il film anche lui ogni tanto diceva qualche battuta.
Dopo qualche minuto con la cassetta porno mostrava una orgia in TV con una super inculata in primo piano.
Eravamo seduti attorno al tavolo della cucina … Gianni esordisce e dice … ”cazzo anch’io mi fotterei un bel culo sodo” … rivolgendosi a me e guardando i suoi compagni dice” secondo me il nostro amico oltre che cucinare gli spaghetti sa fare anche belle pompe eheheh “ io divento rosso e non sapevo cosa fare e cosa dire ero un po’ emozionato e allo stesso tempo eccitatissimo … visto che era la situazione di sesso che da anni sognavo.
Dopo qualche istante me li ritrovo davanti a me ..Franco con il cazzo in mano che me lo puntava verso il mio musino Gianni che mi accarezzava il capo e Paolo che mi diceva …sempre anche lui col cazzo in mano…” Vediamo cosa sa fare questo Finocchietto?” … ridono ma Gianni che gia aveva apprezzato le mie particolari doti in fatto di pompini dice …”guarda il nostro amico sa fare pompini come mai voi abbiate mai visto è provato”.

Incominciai a succhiarli leccarli avidamente, senza dargli il tempo di rilassarsi .dolcemente mi toccavano e mi accarezzavano il viso.
Mi presero per un braccio e ci spostammo in bagno … e mentre mi obbligarono a lavarmi per bene il buco del culo dentro e fuori … poi mi trascinano il camera da letto , e li viene il bello!

Paolo porta la bottiglia con l’ultimo tocco di vino la beviamo assieme e mentre io succhiavo a Gianni e Franco lui mi metteva dentro un dito poi due e poi tre io godevo come una cagna in calore.
Non smettevo di farmi girare per la la bocca i loro cazzi cabiando continuamente posizione e succhiandoli avidamente …Sentivo i loro umori i looro gemiti di piacere ed io mi sentivo sempre più Troia, Gianni … che dirigeva un po’ il gioco disse al piccolo “senti… Fra.. vedi di farla divertire a questa cagna”
Franco mi posizionò a pecora sputò sulle punta delle dita le indirizzo al mio buchino le infilò e … dopo qualche secondo senti scivolare dentro dolcemente il suo cazzo di 22 cm di piacere ricco di nervi e molto duro e pulsante.
Sentivo che mi scopava dolcemente mentre mi accarezzava la schiena ed ogni tanto mi dava una piccola pacca sulle mie cosce ..nel frattempo io succhiavo Gianni e Paolo che erano davanti a me .

Sentii che si fermò … sempre col cazzo dentro mi alzo e mi scopò in piedi con colpi sempre più secchi forti e continui.. dicendomi le porcherie più impensate … si fermò usci il cazzo è continuo Paolo … mamma mia .. più mi scopavano più volevo essere scopata una sensazione incredibile .. Mi misero a gambe in aria e mente mi prendevano io sentivo il mio buco del culo bruciare di piacere .Gianni mi rimise a pecora e mentre mi sbatteva usci il cazzo .. tolse il profilattico e volle sborrarmi in bocca.

Anche gli altri fecero cosi, il più piccolo mi in culò più a lungo infatti gli altri si godevano lo spettacolo e fumavano la loro meritata sigaretta mentre io ero sbattuta come avevo da anni sognato.

Dormimmo e l’indomani mi svegliarono alle 6 , dicendomi “hei troia noi andiamo a lavoro, dai prendi il caffè in cucina appena fatto ed andiamo” .
Cosi feci, mi dissero che sarebbero rimasti per altri 5 mesi in quel posto e se mi faceva piacere potevo andarli trovare.
Non fu possibile andarli a trovare subito, ma ci andai altre volte, almeno 5.
Ora sono passati più di 6 anni e sinceramente vorrei rivederli o magari ripetere un esperienza simile con altri bei maschi .

Vota questo racconto

You may also like

Comments are closed.