Scoprirsi bisex

Ciò che sto per raccontarvi mi è veramente accaduto circa un anno fa. Da allora sono cambiati i miei desideri, le mie fantasie erotiche e la mia vita sessuale.
Sono un’uomo di bell’aspetto, fisicamente ok, atletico e aitante. Seppur sposato con prole, molto attivo sessualmente… soprattutto al di fuori delle mura familiari.
Da qualche anno ho iniziato a frequentare siti di incontri con coppie o singole……le mie fantasie trasgressive andavano al di la della solita storiella extraconiugale con l’inconveniente di innamoramenti o coinvolgimenti sentimentali. Amo mia moglie e cio che cerco in questi ambienti è solo sesso…..godurioso, soddisfacente, fantasioso e disinibito. La scorsa estate avevo preso contatti con una nuova coppia con la lei molto bella, intrigante e porcellina…esattamente cio che piace a me. Loro non potevano ospitare io si…..anche se si trattava del mio posto di lavoro (faccio il custode notturno in un centro sportivo romano). Cosi li invitai al mio centro, vista la calura estiva, la possibilita di fare un bel bagno indisturbati in una delle mie piscine, mi sembrava un’ottima situazione per un primo incontro. Loro avevano accettato e ci demmo appuntamento per la sera stessa, dopo la mezzanotte…..orario piu consono per stare tranquilli e indisturbati. Quella sera era particolarmente calda e afosa quindi l’idea di unire i due piaceri ( un fresco bagno rigenerante e scopare una bella fica) mi aveva messo addosso una certa eccitazione. Poco dopo la mezzanotte suonano al cancello…..erano loro. Quando andai ad aprire ebbi la prima sorpresa….c’era solo il lui alla guida…….qualcosa era andato storto. Lo feci entrare…….ci presentammo (anche se ci eravamo gia visti in chat) e subito chiesi spiegazioni. Lui mi disse che avevano avuto dei problemi con la baby-sitter e quindi la moglie era dovuta restare con i bambini, visto che non ci eravamo scambiati contatti telefonici per reciproca diffidenza, lui era venuto di persona per spiegarmi dell’accaduto e per scusarsi dell’inconveniente. Per dimostrarmi la loro buona fede chiamo col suo cellulare la moglie bloccata in casa e anche lei mi confermo la stessa versione, Rammaricata per aver dovuto rinunciare alla serata scopareccia, ma con la promessa che sicuramente ce ne sarebbe stata un’altra. A quel punto (piu per cortese ospitalita che per vera convinzione) dissi a lui che restava sempre uno dei due piaceri della serata……cioe fare un bel bagno. Lui accetto di buon grado e ci dirigemmo alla piscina cominciando a chiacchierare sulle rispettive e precedenti esperienze. Ero un bagno di sudore e mio malgrado avevo atteso pazientemente il loro arrivo per gettarmi in piscina, cosi in modo sbrigativo mi denudai e mi gettai tra la frescura delle acque. Lui fu un po titubente nello svestirsi….si guardava intorno come per accertarsi che il luogo fosse veramente sicuro e isolato. Si tolse i vestiti restando per qualche istante in box…..solo a quel punto notai che cmq aveva un bel fisico sportivo e asciutto. Timidamente si tolse anche i box…….aveva un pisello moscio di medie dimenzioni depilato con unica eccezione un cespuglio biondino sopra l’attaccatura del cazzo. Dopo essersi tuffato ci dedicammo a qualche bracciata tanto per sciogliere i muscoli. Poi entrambi ci aggrappammo al bordo per riprendere un po di fiato. mentre ci godevamo quella piacevole sensazione, trasformai in parole quello che era un mio pensiero dicendo che a quel punto mancava solo una piacevole e calda bocca che in immersione si gingillava con i nostri cazzi, lui aggiunse che quella della moglie era tra le migliori che gli fosse mai capitata e da qui inizio a lodarla in tutte le sue pratiche sessuali…scendendo anche nei minimi particolari. Poi (come fossimo amici da un secolo) mi confido che lei, in certe situazioni molto eccitanti e con le persone giuste, aveva esternato delle fantasie molto trasgressive e fuori dal comune come ad esempio quella di coinvolgerlo in situazioni anche bisessuali e mi narrò di una volta in cui lo aveva voluto vedere fare un 69 con un singolo bisx loro amico. Su questa vicenda in particolare approfondi il racconto nei dettagli come le dimenzioni del pisello dell’amico o il piacere che aveva provato nello spompinarlo ancor piu esaltato dalla lei che guardandoli si sditalinava forsennatamente fino a godere come una gran troia. Non so perche (non ho mai provato interesse per i maschi) ma quel racconto mi stava eccitando e lui accortosi della mia erezione mi disse che visto l’effetto che mi faceva, avrei dovuto provare un’esperienza simile. Tanto per non fare il pudico risposi che se mi fosse capitata l’occasione giusta non mi sarei tirato indietro, tanto davo per scontato che cio non sarebbe mai accaduto, ma lui prese la palla al balzo e disse che quella poteva essere l’occasione giusta. Tentai di rimediare a quella risposta ingenua dicendo che mancava la parte principale del gioco..cioe la moglie, ma lui mi disse che si trattava solo di provare e che “avrebbe fatto tutto solo lui” e al primo cenno di disgusto si sarebbe interrotto. A quel punto non sapevo piu che scuse mettere…..era convincente e persuasivo, inoltre il mio cazzo era diventato di marmo e l’idea di farmi una sega solitaria per concludere la serata, non mi allettava affatto: Cosi acconsenti con uin ….”proviamo anche questa……perche no”. Non se lo fece ripetere……si tuffo subito in acqua e in immersione venne sotto di me. Prima si aggrappo alle mie cosce, poi con una mano impugno il mio cazzo e pochi istanti dopo sentii un calore indescrivibile avvolgerlo. Era la sua bocca, lo aveva ingoiato tutto d’un colpo. Comincio a spomparmi mentre continuava a tenersi con le mani aggrappato alle mie cosce……una sensazione piacevole, poi usci per riprender fiato…….sorridendo mi disse….”continuo”……….io annui un po estasiato e un po sorpreso per la nuova esperienza che stavo vivendo. Prese una boccata d’aria e di nuovo sotto….di nuovo quel calore intenso. Continuo cosi con interruzioni periodiche per riprendere ossigeno. Mi piaceva veramente……mi lasciai andare a quel pompino maschile e le mie gambe cominciarono ad allargarsi………lui divenne piu temerario e comincio ad usare le mani non solo per sorreggersi ma con quella che era aggrappata all’interno della mia coscia comincio a salire fino ad intrufolarsi tra il solco delle mie natiche. Ora oltre al sublime pompino, si stava adoperando in un timido massaggio del mio buchino con le dita. Un massaggio che man mano si faceva piu deciso e penetrante, facilitato anche dall’effetto lubrificante dell’acqua. Effettivamente era molto piacevole e quel dito che ormai era penetrato dentro il mio culetto vergine mi stava dando sensazioni quasi piu forti ed sorprendenti dello stesso pompino. Cominciavo a far fatica a restare attaccato con le braccia a quel bordo, cosi gli proposi di spostarci su un lato della piscina dove l’acqua era alta solo pochi centimetri. Ci mettemmo in un punto dove il pavimento era ascentente cosi io mi distesi in terra con le gambe ancora in acqua ma col il sopra del bacino e il resto del busto fuori. Lui in un primo momento si mise disteso sotto di me con la sua testa tra le mie gambe allargate e riprese il suoi lavoro di spompinaggio stavolta pero senza interruzzioni. Riprese anche il giochino con il dito ed io per facilitargli il lavoro tirai su le ginocchia mettendogli a disposizione cazzo palle e culo. Lui forse invogliato da quel gesto, aumento il numero delle dita da infilarmi nel culo….e nel giro di poco mi ritrovai tre delle sue dita che mi stantuffavano l’ano ancora immerso nell’acqua, mentre il mio cazzo continuarva a sparire tra le sue fauci. Era bellissimo..e sentivo che stavo per sborrare. Glielo dissi e lui con mio grande dispiacere si interruppe dicendo che prima dovevo provare un’altra gioco. Mi sali cavalcioni sul torace e senza neanche chiedermelo mi punto la cappella del suo cazzo davanti alla bocca. Ero imbarazzato e confuso…..sapevo cosa si aspettava da me e seppur l’eccitazione aveva allontanato dalla mia testa ogni limite inibitorio, non avevo mai fatto un poimpino in vita mia e non sapevo se la cosa mi sarebbe piaciuta, inoltre solo ora notavo che il suo cazzo ormai duro e scappellato era di notevoli dimenzioni con una capella che da quella visuale sembrava enorme…impossibile che mi postesse entrare in bocca. Lo presi in una mano e cominciai a smanettarglielo timidamente..speravo che quello gli sarebbe bastato, lui invece venne ancora piu avanti toccando ormai con la cappella le mie labbra ancora chiuse e incitandomi a leccare. Presi coraggio, chiusi gli occhi, socchiusi le labbra e lasciai uscire la lingua. Era il primo pompino della mia vita. Cominciai a lambire quella cappella………aveva il sapore dell’acqua della piscina quindi non sgradita le labbra pian piano si socchiusero forzate anche da lui che spingeva sempre piu verso la mia bocca…….incredibilmente entro la cappella e subito una buona meta dell’asta……ma non tutta……troppo lunga…… lui vedendomi impacciato e incerto nei movimenti comincio ad entrare ed uscire dandomi cosi il ritmo del pompino, quella sensazione di essere scopato in bocca cominciava a piacermi e nel giro di poco mi ritrovai a succhiare quel cazzo come se fosse la cosa che avessi sempre desiderato. Nel frattempo lui porto una mano dietro di se, fino a prendermi il cazzo, poi le palle, poi di nuovo le dita nel culo e io di nuovo alzai le ginocchia fino alla sua schiena per facilitargli la penetrazione. Col palmo della mano teneva raccolte le mie palle mentre le dita (messe ad uncino) entravano e uscivano dal mio buchetto ormai incredibilmente allargato. Quel giochino ando avanti per un po, mi piaceva e non sarei stato io di certo ad interromperlo…anzi credo che se avesse deciso di sborrarmi in gola, incoscientemente glielo avrei lasciato fare senza batter ciglio, tanto ero coivolto in quel gioco. Lui mi incitava a succhiarlo dandomi della troia ed io mugolavo di piacere per cio che stavo provando, d’improvviso si interruppe………si porto di nuovo tra le mie gambe mettendosi in ginocchio davanti a me. le mie gambe erano ancora sollevate, lui le prese e se le porto alle spalle, poi senza chiedere (come aveva gia fatto in precedenza) punto il suo cazzo verso il mio buco. Capii cosa voleva fare, ma non avevo il coraggio di interromperlo, Le sue dita uscendo dal mio buco, avevano lasciato un vuoto che ora con mia incredulita voleva essere riempito di nuovo. Ero eccitatissimo, sentivo nitidamente la sua cappella che si appoggiava sul mio buco allargato e palpitante. Una senzazione indescrivibile, nitida, palpabile. Quando mi disse che avrebbe fatto tutto lui, non mentiva anche se per tutto non immaginavoi certo che fosse incluso il mio sverginamento. Comincio a penetrarmi lentamente ma con decisione, il culo era ancora librificato dall’acqua della piscina quindi non trovo ostacoli di attrito. Lo sentii entrare centimetro per centimetro e ad ogni spinta era una valanga di nuove e piacevoli sensazioni. Ben presto arrivo fino in fondo, sentivo le sue palle che mi toccavano le chiappe. Sembrava incredibile che tutta quella carne mi fosse entrata nel culo e senza provare il minimo dolore o fastidio……..anzi, solo piacere. Con le mani mi tenevo allargate le chiappe per facilitare la sua entrata e con una di esse, andai a costatare che veramente il suo cazzo fosse penetrato fino alla radice. Ne approfittai per prendergli le palle e dagli una massaggiata. Lui dopo qualche istante di assoluto immobilismo lo ritirò fuori e poi di nuovo dentro.fino in fondo., prima lentamente poi con colpi sempre piu decisi e irruenti. Era incredibile, io imperterrito spaccafica di sempre, io…che avevo preeteso di rompere i culi anche alle verginelle, ora stavo godendo come una troia con un cazzo enorme che mi sfondava il culo, ad ogni affondo sentivo un fremito che mi percorreva tutto il corpo fino ad arrivarmi direttamente al cervello, ed io godevo di culo, un godimento celebrale oltre che fisico, mai provato in vita mia. Ora sapevo cosa provavano le mie amanti quando glielo sfondavo e perche anche le piu restie dopo un po del mio cazzo nel culo cominciavano ad incitarmi a sfonfdarle di piu. Anch’io lo incitavo a sfondarmi e spesso lo prendevo con le mani per i fianchi tirandolo verso di me per sentirlo di piu. Mi comportavo come una gran vacca e l’unico pensiero che avevo in quell’istante era di sperare che quell’inculata non avesse piu fine. Mentre mi svbatteva , prese con una mano il mio cazzo ed inizio a segarmi con lo stesso ritmo dei suoi affondi. Dopo un po di quel trattamento mi sborrai addosso. Una sborrata irruenta, copiosa, infinita, incontrollabile. Continuo questo trattamento ancora per qualche minuto fino a che con mio dispiacere tiro fuori il suo cazzo dal mio culo e puntandolo sul mio torace sborro con schizzi lunghissimi che mi arrivarono fino al viso, sembrava che non finissero mai, poi si fermo appoggiandosi sulle mie ginocchia usandole come appoggio e costringendomi a stare in quella posizione troiesca e oscenamente eccitante. Gli presi il cazzo e continuai a smanettarlo per fargli uscire le ulrtime gocce e con il pollice saltuariamente glielo passavo sopra il buco della cappella per scanzare la sborra presente e vedere se ne usciva ancora. poi anche il suo cazzo si ammoscio come era successo al mio. Si sdraio anche lui stremato sul pavimento della piscina e mi chiese” Ti è piaciuto?” Tanto per non dargliela vinta e per gioco gli dissi “Si, ma come prima volta avresti potuto durare di piu” poi mi ributtai in acqua per pulirmi e per riprendermi dallo stordimento. Lui mi segui, ma stavolta le bracciate si trasformarono in un gioco acquatico di corpi e mani che si toccavano e strusciavano. giochi che presto risvegliarono i nostri desideri e i nostri cazzi pronti per altre imprese……………………………ma questa è un’altra storia, ve la racconterò la prossima volta. Quella fu una nottata incredibile trasformo completamente la mia sessualita. Oggi come ieri corro dietro le fiche, me le scopo e le inculo sempre con grande goduria e passione, ma se trovo anche un bel cazzo non me lo faccio scappare. Anzi ad ogni nuovo incontro con coppie spero che in lui ci sia un po di bisessualita. Ps: la piscina nelle estive nottarte è sempre disponibile, ma ci sono anche dei comodissimi divani per serate fredde.

[Total: 0    Average: 0/5]

Ora sei Offline, Navigazione Limitata