MMF Pics
MMF Pics
Gay e BisexOrge e Gang Bang

Sorprese

La settimana scorsa invece è accaduto di tutto e vado a descrivelo: ho ricevuto una risposta da Bologna di una coppia 35 anni lui e 38 anni lei con amico 27enne dove chiedono scambio foto, breve incontro e, se da tutti voluto, sesso subito. Ci troviamo all’uscita dell’autostrada con il 27enne amico della coppia, ci presentiamo, mi dice che posso andare bene, segue una telefonata con il cellulare e ci rechiamo in pizzeria dove veniamo raggiunti dalla coppia, lei carina, non molto alta ma fisico ben equilibrato, sedere ben stretto nei jeans, camicia leggermente sbottonata, tette di 4° misura ben erette senza reggiseno, moretta con i capelli corti; lui alto, biondo e con i capelli lunghi, anche luo con i jeans ed una maglia girocollo, i lineamenti un po femminili; l’altro, colui che era venuto a prendermi all’uscita dell’autostrada aveva i pantaloni mimetici, bassi che lasciavano vedere l’ombellico, capelli mossi, naso all’insù e ben rasato, sembrava quasi che avesse fatto la ceretta in viso.

Mangiamo parlando del più e del meno per conoscerci meglio, poi passiamo all’argomento della serata, dopo varie frasi di circostanza, rivolti a me la domanda era: quanto ce l’hai grosso? io sono dotato di circonferenza di cm 20 e di lunghezza anche e loro subito sono stati concordi che andavo bene.
Abbiamo continuato a parlare di sesso, dei propri gusti e desideri, mentre Lucia, seduta accanto a me, iniziava ad accarezzarmi l’interno di una gamba mentre con l’altra mano faceva lo stesso con l’amico giovane e si passava la lingua leccandosi le labbra facendoci eccitare.
Luca, il marito, sembrava non accorgersi di niente o faceva finta?

Finita la cena decidono di andare in un locale dove si balla latino-americano, entriamo, seguo loro in un angolo più buio ed appartato degli altri e rimango con Luca e Lucia. Dopo alcuni minuti domando dove è andato Davide e me lo indicano con la mano: stava ballando il Latino-Americano vestito da donna, tutto attillato, sembrava un ballerino (anzi una ballerina) di professione, si muoveva in maniera decisamente lasciva, eccitante.

Intanto nell’angolo dove eravamo seduti, le bevute aumentavano, era sempre più caldo e Lucia aveva iniziato a slacciarsi la camicia e baciava con ardore e lingua in bocca il marito fino a che lui è andato in bagno, rimasta senza cavaliere si è rivolta verso di me e si è seduta sulle mie gabe, subito ha sentito il mio cazzo duro e lei si è appoggiata per sentirlo meglio, io ho iniziato a percorrere la sua spina dorsale con un dito e lei si è inarcata tutta dicendomi di smetterla perchè si sarebbe bagnata tutta, e mentre me lo diceva ho iniziato a baciarla sul collo, a metterle la lingua nelle orecchie allora ha preso le mie mani e se le è appoggiate ai seni, intanto mi indicava Davide dicendomi: guarda come balla quella troia, tutti sbavano per lui e lui non lo da a nessuno.
Cosa non dà a nessuno? e lei mi risponde con un sorrisetto malizioso.
Ritorna Luca al tavolo, arriva Davide tutto sudato dai balli fatti, e mi sembra di notare che Luca lo accarezza tra le gambe, il mio pensiero è stato: forse mi sono sbagliato.

La serata continua, fino a che Davide va nel camerino a cambiarsi, era uno stanzino isolato dietro la pista con una porta che dava direttamente sull’esterno del locale, Lucia mi prende per una mano e mi dice di seguirla.
Entrimo nel camerino e Davide si stava struccando quando lei lo ferma ed inizia a truccarlo di nuova, ma da donna questa volta, lui capisce al volo, si toglie i pantaloni attillati, si mette degli slip di pelle, delle calze autoreggenti e una gonna stretta poco più su delle ginocchia, a quel punto iniziano a baciarsi, toccarsi e coinvolgere me in quel turbinio di lingue, bocche, mani che vanno da tutte le parti. L’eccitazione comincia ad essere al massimo, Davide si inginocchia davanti a Lucia, le toglie i pantaloni e rimane in perizoma, via la camicetta ed i seni esplodono in tutta la loro durezza con i capezzoli che sembrano dei bastoncini, poi tocca a me, via la maglia e la t-shirt, i pantaloni e rimango in slip, poi tocca a Davide, ma Lucia gli toglie la maglia con cui ha ballato e basta, inizia a mordergli i capezzoli mentre con una mano si tocca tra le gambe, io mi chino dieto a lei ed inizio a leccare le chiappe, il buco del culo e lei si inarca tutta, arrivo alla fica che colava come un rubinetto aperto, ad un certo punto un lampo…

Luca era entrato e stava scattando delle foto con una macchina digitale. Continuamo con i preliminari, lunghi baci, carezze, massaggi ed accenni a masturbazioni fino a che Lucia mi stende sul divanetto, si infila il cazzo nella fica fradicia ed invita Davide a fare lo spogliarello, devo ammettere che poche donne sanno farlo così bene; rimane in calze autoreggenti, si mette a pecorina e Lucia inizia ed esplorare il suo buchetto con un dito e poi con la lingua, inizia la sua erezione che mantiene massaggiandosi con le mani, Lucia nel frattempo ha un orgasmo che la scuote tutta, io devo fare il massimo per non venire, tutto ad un tratto Lucia si toglie e spinge Davide a sedersi sul mio cazzo, anzi, lo aiuta ad infilarselo nel culo, lubrificato, stretto, aveva delle contrazioni muscolari come se lo stesse succhiando con la bocca, in due minuti gli sono venuto dentro (sono sanissimo, anche se lui non lo sapeva, ma il profilattico me lo aveva tolto Lucia) ed immediatamente ha iniziato anche lui ad avere l’orgasmo mentre Luca, accorgendosi di ciò, si era inginocchiato davanti a lui ed aveva succhiato tutto.

Un attimo di ansimazione e respiri profondi per riprendere fiato, ma ero già in tiro , di nuovo pronto per un assalto, volevo fare il culo a Lucia e non sapevo come chiederlo, mi inginocchio davanti a lei ed inizio a leccarla tutta, l’interno delle cosce, le labbra della fica, muovevo la testa avanti ed indietro e la lingua tutta fuori come se fosse stata un cazzo duro e lei gemeva in continuazione, mi giro indietro e vedo Luca e Davide che facevano un 69 spettacolare, Lucia mi dice perchè non lo fai anche tu? non avevo mai succhiato un cazzo, ma ero eccitatissimo ed in quel momento la cosa non mi dispiaceva, chiedo di farlo con Davide solo se lei poi mi da il culo, ma lei dice che il mio è troppo grosso, e Davide e Luca si danno un gran da fare per convincerla, accetta suo malgrado anche se a me non sembra convinta ed inizio a leccare il cazzo di Davide, all’inizio un pò stile gelato, poi sempre più energicamente fino a che mi dice che sono meglio di una troia navigata, intanto Lucia mi stava toccando i coglioni e infilando un dito nel mio buchino, forse pensava che se fossi venuto l’avrei risparmiata, ma questo non accadde, anzi, arriva Luca dietro di me (non me ne ero accorto) e mentre Lucia mi teneva le chiappe aperte me lo ha infilato dentro piano piano (non era molto dotato) è scivolato dentro ed ha cominciato a stantuffarmi con il suo cazzino che appena sentivo, ma mi piaceva un sacco, ho iniziato a spompinare Davide sempre più velocemente e lui è venuto dentro la mia bocca, ho cercato la bocca di Lucia e le ho passato tutto lo sperma che mi ero preso, Luca si è tolto da me e stava venendo sulla faccia di Davide quando, facendo un cenno con la testa ho raggiunto l’intesa con loro che mi hanno preparato Lucia e l’ho inculata fino a che non toccavo le palle contro la sua fica bagnata, mi sono fermato un attimo per sentire cosa faceva, e, non sentendo niente, ho iniziato a stantuffarla fino a che le sono venuto sulla schiena e, Luca da una parte e Davide dall’altra, l’hanno ripulita dallo sperma leccandola tutta come un cagnolino. Siamo andati a dormire a casa di loro, dopo una doccia tutti nel solito letto, abbiamo continuato a fare sesso fino a che non eravamo sfiniti.
La mattina dopo ci siamo svegliati alle 11, nessuno è andato a lavoro quel giorno.

Vota questo racconto

You may also like

Dopo essermi lasciato

Dopo essermi lasciato con la fidanzata decisi di trascorrere alcuni giorni veleggiando in barca tra ...

Leave a reply