La madre piu’ troia della figlia

Come tutti i pomeriggi di quel periodo stavo andando a casa della porca della mia amica “per studiare”, arrivato mi apre la porta la mamma, una bella donna di 46 anni tenuti magnificamente… vedendola il dispiacere mi pervase pensando che quel pomeriggio avremo studiato veramente…Mi fa accomodare e mi dice che la mia amica è andata a portare una cosa alla nonna e che sarebbe tornata subito. io stavo per andare via quando lei con la scusa di offrirmi un caffè mi dice di rimanere.. mentre siamo in cucina lei continua a parlarmi del più e del meno e a fare le faccende domestiche.. ad un certo punto di mette a pecora per cercare una pentola..

la visione di quel bel culo fasciato da pantaloni aderenti che evidenziavano un perizoma che spariva tra le chiappe mi fece arrapare… continuava a muovere quel culo a destra e sinistra facendomi impazzire.. non restisto e piombo su di lei afferrandole le grosse tetto e prebendo il mio cazzo ben dritto sul quel culo…
da gran troione invece di ribellarsi mi dice “io lo voglio sentire tutto dentro quel bel cazzone” la porcona aveva organizzato tutto.. io non mi faccio pregare e le tiro giù i pantaloni fino a che non tocchino le ginocchia e terra sentendo che aveva la figa già fradicia di umori..anch’io mi ero liberato dei miei pantaloni e senza tanti preliminari glielo misi nel culo.. che oppose una minima resistenza.. iniziao a incularla veramente di gusto mentre con le mani le torturavo i capezzoli e più stringevo più le facevo male e più godeva.. quando entro la mia amica ci trovo ancora così.. con la madre che mi gridava di romperglielo il culo e io che più mi diceva così più sfingevo forte il mio cazzo dentro il suo intestino….
“se proprio una troia!!” furono le parole della figlia alla madre..”quel cazzo è mio.. vattene puttana” e avvicinadosi a noi da uno schiaffo alla madre..la quale invece di sentirsi imbarazzato e incazzata godette con un orgasmo lungo…. allora mi venne un’idea per far fare pace tra le due donne.. dissi alla mia amica di spogliarsi e di darmi delle corde…
misi la madre a 90 con la pancia sulla tavola e con la corda le legai le mani ai piedi e questi alle gambe del tavolo in modo da lasciare ben aperti i due buchi per le mie voglie…
con il pezzo di corda avanzato feci una specie di frusta che iniziai a usare sul culo della porca che godeva ancora ad ogni colpo.. presi la mia amica per i capelli e la indirizzai verso il mio cazzo che subito accolse nella sua bocca facendomi un gran pompino…. dopo un po ci spostammo davanti alla madre e mettento a 90 la figlia iniziai a stantuffarmela facendola godere.. “ti piacerebbe che invece di sfondare la sua figa fosse la su..vero?” ” siii. scopami ti prego..” suppplicava la troia, mentre la troietta eveva afferrato le mie gambe nella paura che la lasciassi per andare dalla madre.. non ci mise molto a venire anche lei.. ora anch’io stavo per venire e avvsinadomi sempre di più alla vecchia le feci solo vedere, odorare la mia sborra chje come un fiume correva nella bocca avida della figlia.. “bastardo!! non puoi farmi questo!!!” per accontentarla le diedi una bella frustata sul culo che diventò rosso ma che le diede un grande piacere… come spesso capita dopo aver s
copato scappa la pipì allora decisi di regalare ad entrambe contemporaneamente piacere.. dissi alla mia amica di mettersi sotto le coscie aperte della madre e mentre io rinculavo la madre… un paio di botte in quel bel traforo e poi iniziai a pisciarle dentro.. questo provoco un altro godimente alla vecchia mentre la mia amica beveva la pioggia che usciva dal culo della madre, che inizio anche lei a piscire con un getto molto forte che colpi la mia gamba.. incredibilmente il calore di quel getto invece di schifarmi mi eccito e riporesi con forza a pompare in quel culo rotto…. godemmo entrambe con un grido di piacere quaso unanime….
da quel pomeriggio anche la madre rimase con noi a studiare…

[Total: 0    Average: 0/5]

Ora sei Offline, Navigazione Limitata