Occhio per occhio

L’anno scorso decisi di fare un viaggio, x lasciarmi tutto alle spalle e x almeno 15 giorni non pensare che a me stessa.. dopo un’ attenta riflessione sul dove andare decisi di affidarmi ad una agenzia di viaggi.
Visto che era periodo di carnevale, tra le tante offerte optai per il Brasile. La signorina dell’agenzia mi disse che nel mio gruppo ci sarebbe stata pure la sua titolare, ovvero la padrona dell’agenzia, così potevo stare in una botte di ferro, sia per quanto riguarda la sicurezza, che l’alloggio ecc..
Così fatto il biglietto tornai a casa.. la partenza era fissata x la settimana dopo, quindi il tempo per prepararmi non era molto..
Passò quella settimana molto in fretta… ed eccomi all’aereoporto a fare la fila per l’imbarco. Tra pensieri vari mi misi seduta vicino alla padrona dell’agenzia che mi spiegava come dovevo comportarmi e quello che dovevo fare e non per divertirmi.. ma mentre parlava il mio unico pensiero era quello di divertirmi e di fare piu esperienze possibili.. volevo fargliela pagare a quel porco..
Cosi dopo un viaggio interminabile giungemmo all’aereo porto brasiliano.. il pulmino ci aspettava.. salimmo e ci portò all’hotel…
Giunti in albergo subito il primo problema … mi avevano messo in stanza con quella chiacchierona dell’agenzia.. ma x non fare discussioni accettai, così avrei avuto una guida sicura e una che parlava la lingua vicino a me.. entrammo in camera.. ecco il secondo problema.. il letto matrimoniale.. ci guardammo un attimo e ci mettemmo a ridere … “per me va bene” disse lei “a… se va bene a te va bene pure a me” le risposi.. così sfasciammo le valigie lei entrò in bagno per fare una doccia.. io continuai a mettere a posto le mie cose.. quando uscii dal bagno portava un asciugamano in vita e le tette fuori, non potei fare a meno di guardarle erano molto piu grosse delle mie, tonde e ben dritte con capezzoli piccoli e un po turgidi. “ora andrei io a farmi una bella doccia” dissi.. “si vai pure, ma fai in fretta che poi usciamo” mi fa lei.. io presi la mia roba ed entrai in bagno.. quando rientrai in camera vidi lei tutta nuda, che si spargeva il corpo di crema, non che la cosa mi scandalizzasse, anzi ho visto piu di una donna nuda ,ma lei era fatta proprio bene, era con una gamba sul letto che si cospargeva di crema e da sotto gli si vedevano le labbra della figa.. quella vista provocò in me un senso di piacere.. non so perche ma piu la guardavo piu mi piaceva.. poi dandole le spalle mi tolsi l’accappatoio e mi infilai un perizoma nero.. ” non sei fatta mele” mi sento dire da dietro “grazie” le risposi “sei proprio una bella donna” “bè nemmeno tu sei tanto male” le dissi, poi lei si avvicinò a me sempre nuda, mi si mise difronte “fatti guardare meglio” mi disse.. io allora feci una giravolta cosichè potè ammirarmi tutta. Non so cosa mi succedeva le i suoi complimenti mi piacevano anche se era una donna a farmeli.. “si si sei proprio bella..” io le feci un sorriso “hai due tette stupende” “si ma le tue sono piu grandi” le risposi “posso toccarle” “certo” così mi accarezzo le tette provocando in me una voglia matta di toccarmi.. poi con una smorfia si abbassò e le baciò . sentii un calore venir su da sotto.. era la mia figa che si stava bagnando.. “se vuoi puoi toccarle e baciarle anche tu” mi disse. Io con una mano cominciai ad accarezzarle una tetta soffermandomi sul capezzolo e stringendolo appena facendola ansimare.. poi passai a leccarglielo. Senza dire nulla ci sdraiammo sul letto e continuammo a fare il nostro giochino con le tette.. io toccavo lei e lei toccava me. Poi lei mi Salì sopra e cominciò a struffare i suoi capezzoli contro i miei.. questo mi provocò un piacere immenso.. tanto che involontariamente allargai le gambe e lei con la sua gamba cominciò a fare movimenti e a premerla contro la mia figa.. struffando il suo pube contro la mia coscia.. lei piano piano scese, io mi misi un cuscino sulla faccia. Sentivo che giocava con le labbra della
Mia figa. Le leccava le succhiava e io godevo come una porca, facendo un movimento ondulatorio col bacino. Tolsi il cuscino e cominciai a godere ad alta voce, più lei leccava più godevo più lei spingeva la lingua dentro più godevo ” ti piace?” “si continua non fermarti….. ne voglio ancora leccami sii mmmm …” “siii godi porcellina vienimi in bocca” mi disse. Io senza farmelo ripetere le inondai la bocca di sborra. Una volta goduto lei si tirò su e mi baciò, facendomi sentire il sapore dei miei umori, “ora tocca a te..” “ma io non l’ho mai fatto” le risposi “prova dai fammi quello che ti ho fatto io, fammi godere”
Così mi posizionai tra le sue gambe e avvicinai la bocca alla sua figa.. sentivo un forte calore venir su, allargai le sue labbra con le mani e inserii la lingua, “si così continua…. Sii leccami il clitoride… sii fammi goderee” continuava a ripetere.. io che non avevo mai fatto godere una donna prima di allora cominciai a prenderci gusto.. leccavo e spingevo con la lingua dentro, è più urlava più spingevo, entravo ed uscivo anche con 2 dita.. facendola urlare di piacere.. se avessi avuto il cazzo l’avrei spaccata tutta.. le dita da 2 passarono a 3 poi 4 e piano piano mi entrò tutta la mano ci presi gusto e cominciai a scoparla con tutte e 5 le dita (ovvero col pugno).. lei venne poco dopo gridando, e schizzando come una fontanella. “sei stata bravissima” mi disse.. “ora ti porterò in un posto dove ti divertirai molto ed io mi divertirò con te” . io annui e ci preparammo per uscire… ma questa è un’altra storia

[Total: 0    Average: 0/5]

Ora sei Offline, Navigazione Limitata