Alla mia compagna piace usare i falli indossabili

Devo essere onesto, quando ho conosciuto Ilaria, l’ho fatto perché sapevo che era la mia donna ideale, ma mai mi sarei immaginato che questo sarebbe stato incredibilmente valido anche per il sesso.
Una ragazza insaziabile . Lei è una macchina del sesso. E’ una femmina che ogni uomo sogna da sempre e per sempre. E’ una insaziabile complice che ama esplorare ogni sfaccettatura del piacere della carne e che è sempre alla ricerca di nuovi modi per fare l’amore.
Confesso che l’unica titubanza che avevo prima di decidermi per il grande passo era il timore che per saziare la sua perenne voglia, potesse essere attratta da altri uomini ma con il tempo ho avuto più di una conferma che lei non mi avrebbe mai tradito.
Devo anche sottolineare il fatto che è impossibile resistere alle sue moine che, anche in momenti di stanca, riescono a creare quello stimolo per il quale tutto si resetta al di fuori del desiderio di godere con lei.
La mia Ilaria ha quasi venticinque anni e può reggere benissimo il confronto con qualsiasi trentenne. Madre natura è stata particolarmente benevola con lei perché le ha donato un corpo praticamente perfetto e un viso così bello che tutti gli uomini la guardano con voglioso desiderio e le donne la invidiano.
Ma non solo è una bellissima donna ma è anche estremamente sensuale e sa di esserlo. Ama essere provocante nei confronti di tutti gli uomini e per questo suo vezzo, usa un tipo di abbigliamento che evidenzia la sua femminilità.
Mi sono abituato, quando usciamo insieme, a non ingelosirmi vedendo uomini di ogni età lanciarle sguardi vogliosi e, anzi, ho imparato a divertirmi della cosa. Inutile dire che a letto è insaziabile tanto da farmi pensare di aver scelto una ninfomane.
Quello che mi intriga di Ilaria è la sua creatività coniugata alle fantasie erotiche che è capace di inventare. Essere trascinato in un vortice di emozioni che liberano da ogni pregiudizio non è cosa da poco soprattutto quando queste vengono generate attraverso il sesso.
Praticamente ogni volta che faccio l’amore con Ilaria, non so mai quale sorpresa mi andrà a fare e quale nuovo gioco mi proporrà: l’unica certezza è quella che soddisferà in pieno la mia voglia di nuovo.
Ci fu una sera che mi disse di avere una sorpresa che mi avrebbe stupito e mi disse di attenderla a letto, chiudendo la luce sul comodino e facendomi indossare una benda sugli occhi.
Come mia abitudine ero nudo sotto il lenzuolo ed iniziavo a pregustare quale giochetto erotico avrei condiviso insieme a lei.
La sentii arrivare dal bagno e raggiungermi sul letto dove incominciò a passarmi la sua lingua nei punti che sapeva mi andavano ad eccitare. Con la mia verga oramai ben dritta, continuavo nel gioco delle mie supposizioni fantasticando su quale nuovo cammino mi avrebbe trascinato mia moglie.
Nel frattempo, con una certa delicatezza Ilaria mi stava quasi obbligando a mettermi a pancia in giù e ad assumere la posizione alla pecorina, continuando a stuzzicarmi le parti intime utilizzando la sua impertinente lingua.
Mi stavo chiedendo quando avrebbe iniziato a ‘giocare’ quando, all’improvviso, ho avvertito un qualcosa insinuarsi dietro fino a raggiungere l’orifizio anale.
Era come se…e, si era proprio una verga ben dura. Mentre stavo elaborando mille pensieri, sentii un’acuta fitta proprio lì provocata da una cappella che stava violando il mio culo.
Girai la testa all’indietro e la vidi, bardata con un fallo indossabile che si stava divertendo a penetrarmi e, la cosa che mi stava sorprendendo era il fatto che la sensazione di piacere che stavo vivendo superava di gran lunga sia l’iniziale dolore che ogni passata inibizione.
Dopo una intensa notte di puro sesso Ilaria confessò di aver pensato a questo gioco solamente qualche giorno prima e di aver visionato dei siti dove vendevano falli indossabili con l’idea di essere lei, per una volta, a possedere prima di essere posseduta.
Aveva scelto uno strapon tra i tanti che componevano un variegato panorama di sexy toys e di aver fatto cadere la sua scelta su quello che a lei sarebbe piaciuto sentire dentro, intuendo che anch’io avrei provato lo stesso piacere.
‘L’ho fatto per noi’ mi disse dopo aver esaurito ogni desiderio di sesso e, dovetti constatare ancora una volta che aveva nuovamente centrato l’obiettivo.
E se adesso alla mia donna piace usare i falli indossabili, confesso che a me piace sentirli dentro.

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]

Ora sei Offline, Navigazione Limitata

error: Content is protected !!